Gianluca Del Mastro – Papirologia Ercolanese – 28 aprile 2017


UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PISA

Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica

Il giorno 28 Aprile 2017

alle ore 10

in Aula Magna

Palazzo Matteucci

Gianluca Del Mastro

Università di Napoli Federico II

terrà una lezione su

La papirologia ercolanese:

nuovi strumenti di studio e prospettive della ricerca

Docenti e studenti sono cordialmente invitati a partecipare

“Ostregatto, ora ho capeto!” Tradurre Finnegans Wake


“Ostregatto, ora ho capeto!” Tradurre Finnegans Wake

Incontro con Enrico Terrinoni e Fabio Pedone

Lunedì 3 aprile, alle ore 16, presso l’Aula Magna di Palazzo Matteucci (Piazza Torricelli 2), Enrico Terrinoni e Fabio Pedone presenteranno la loro recente traduzione del Finnegans Wake di James Joyce (Collana Oscar Moderni Mondadori, 2017).

Info e Contatti:

Roberta Ferrari

roberta.ferrari@unipi.it

locandina_terr_ped

Incontro in ricordo di Alessandro Perutelli – Giovedì 16 marzo, ore 10.00


Ricordo Perutelli Locandina

Traduzione letteraria e transfer italiano ↔ tedesco – giornate di studio


Traduzione letteraria e transfer italiano ↔ tedesco

L’obiettivo delle giornate di studio “Traduzione letteraria e transfer italiano ↔ tedesco” è approfondire diversi aspetti (stilistici, culturali e legati alla Werkpolitik) relativi alla traduzione letteraria e al transfer italo-tedesco seguendo il modello dei Descriptive Translation Studies (Theo Hermans), che configurano il tradurre come un processo di produzione testuale transculturale definibile, prima ancora che sulla base di norme prestabilite, attraverso l’esame delle poetiche traduttive individuali. Ci si propone di mettere in luce le peculiarità che contraddistinguono l’attività traduttiva di singoli autori sul piano storico, stilistico e poetologico, muovendo da precisi casi di studio. I contributi verteranno su esempi di traduzione eccellenti o particolarmente significativi dal punto di vista letterario, senza limiti cronologici o di genere, da sottoporsi a vaglio critico e metodologico. Durante i lavori sono previste relazioni alternate a momenti di discussione e confronto. La partecipazione al convegno è aperta a tutti.

Organizzazione scientifica e contatti: FRANCESCO ROSSI (Università di Pisa) francesco.rossi@unipi.it

Prog Trad letteraria e transfer italiano 9 10 marzo Pisa

Venerdì 17 febbraio p.v., ore 11,00, presso l’Aula Magna del Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica (Palazzo Matteucci, Piazza Torricelli 2) si terrà un incontro volto a illustrare le opportunità di studio e ricerca in Germania offerte a studenti, ricercatori e docenti universitari di tutte le discipline dal DAAD-Deutscher Akademischer Austauschdienst


https://www.unipi.it/index.php/unipieventi

Venerdì 17 febbraio p.v., ore 11,00, presso l’Aula Magna del Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica (Palazzo Matteucci, Piazza Torricelli 2) si terrà un incontro volto a illustrare le opportunità di studio e ricerca in Germania offerte a studenti, ricercatori e docenti universitari di tutte le discipline dal DAAD-Deutscher Akademischer Austauschdienst (organo collettivo delle università tedesche per gli scambi accademici) e dalla Alexander von Humboldt Stiftung di Bonn (fondazione che promuove la cooperazione scientifica tra la Germania e il resto del mondo nel segno dell’eccellenza della ricerca).

Presenterà i programmi del DAAD la Dr. Valentina Torri, direttrice del Centro Informazioni DAAD di Roma, sarà poi la Prof.ssa Marina Foschi a presentare i programmi della AvH.

Sono previsti i saluti dei Proff. Francesco Marcelloni, Delegato per l’internazionalizzazione, Rolando Ferri, Direttore del Dip. FLL, e Francesca Fedi, Coordinatore d’Area per l’Internazionalizzazione.

locandina 17 febbraio DAAD AvH aggiornata

Aperte le iscrizioni al PhD+ 2017 – Formazione alla valorizzazione della ricerca, innovazione e spirito imprenditoriale


ll PhD+ è finalizzato a promuovere e incoraggiare lo spirito imprenditoriale e di innovazione tra studenti di laurea magistrale, dottorandi, dottori di ricerca e docenti. Esso consiste in una serie di seminari interattivi e coinvolgenti, a cui si aggiungono attività di coaching e mentoring su progetti imprenditoriali e di innovazione guidati da esperti internazionali nel campo dell’innovazione e del trasferimento tecnologico. Il programma si svolgerà dal 19 aprile al 25 maggio 2017 nell’Aula Gerace del Dipartimento di Informatica (Largo Bruno Pontecorvo 3, Pisa). La scadenza per le iscrizioni al Corso PhD+ 2017 è fissata per il 28 febbraio 2017. Maggiori informazioni: Sito PhD+

 

XVIII AIA CONFERENCE


Link alla home page della XVIII AIA CONFERENCE

“Worlds of Words: Complexity, Creativity, and Conventionality in English Language, Literature and Culture”

che si terrà a Pisa nei giorni 14, 15, 16 Settembre 2017

 

“Strutture linguistiche in diacronia” – 15 dicembre 2016


Convegno del progetto PRA 2016 (PI: Prof.ssa Giovanna Marotta)

strutture_linguistiche_in_diacronia_programma

“Scrittura e coscienza. Nel centenario della nascita di Wolfgang Hildesheimer (1916-1991)” – 12 dicembre (pomeriggio) e 13 dicembre (mattina)


Lunedì 12 dicembre dalle 14,30 alle 18,30 e martedì 13 dicembre 2016 dalle 9.00 alle 13.00, in Aula Magna di Palazzo Boileau (Via S. Maria 85), si terrà una giornata di studio dedicata al centenario della nascita dell’autore ebreo-tedesco Wolfgang Hildesheimer (1916-1991).

PROGRAMMA

Lunedì 12 dicembre

14,30     Introduzione e saluti

15,00 Matteo Galli (Ferrara), La posizione di Hildesheimer nel campo letterario della BRD

15,30 Andrea Binelli (Trento), Alessandro Fambrini (Pisa), Volere o dovere? Hildesheimer, Joyce e Anna Livia Plurabelle

16,00 Marina Foschi (Pisa), Officina di trascendenza: note di traduzione e poetica

16,30-17,00        Pausa

17,00 Alessandro Cecchi (Pisa), Hildesheimer e il discorso musicale

17,30 Lorella Bosco (Bari), “Art and Life”: la biografia come maschera ed enigma nel Marbot

 

Martedì 13 dicembre

9,00 Claudia Sonino (Pavia), Hildesheimer e l’elemento ebraico

9,30 Lorenzo Licciardi (Napoli), Paradossi del tempo e declinazioni dell’assurdo nel teatro di Hildesheimer

10,00 Letture dall’opera di Hildesheimer, di Giulia Solano (Sacchi di Sabbia, Pisa)

10,15-10,45     Pausa

10,45 Giovanna Cermelli (Pisa), “Lieblose” Turandot: la noia del potere

11,15 Dino De Sanctis (Pisa), Il mito di Elena nella rielaborazione di Hildesheimer

11,45 Serena Grazzini (Pisa), Figurazioni della fine in Hildesheimer

Sull’autore
Hildesheimer nasce ad Amburgo nel 1916 e muore a Poschiavo nel 1991. Di origine ebrea, nel 1933 lascia la Germania insieme alla famiglia per trasferirsi in Palestina. Si sposta poi a Londra, dove si forma come pittore e sceneggiatore. Praticamente bilingue, torna in Germania per lavorare come interprete durante i processi di Norimberga. Alla fine degli anni ’50 lascia definitivamente la Germania e, senza interrompere i contatti con l’ambiente culturale e letterario tedesco, si trasferisce in Svizzera a Poschiavo. E’ stato autore di drammi, radiodrammi, brevi racconti, romanzi-monologhi, biografie (anche fittizie). Ha tradotto in tedesco Joyce, Barnes, Beckett e Shaw. Nel 1966 è stato insignito del più importante premio letterario tedesco, il Georg Büchner Preis. Ha inoltre curato per tutta la vita il suo talento pittorico, esponendo anche in mostre internazionali.

Sull’incontro
L’incontro sarà dedicato a uno degli autori più significativi della letteratura tedesca nel periodo che va dall’inizio degli anni ’50 all’inizio degli anni ’80 del Novecento. A differenza di quanto non sia successo in Germania o in altri paesi, primo fra tutti l’Inghilterra, e fatta eccezione di pochissimi brevi saggi che gli sono dedicati, Hildesheimer non è stato finora oggetto di approfondimento da parte della germanistica italiana, che, in riferimento al periodo indicato, ha dedicato perlopiù la sua attenzione a una letteratura più marcatamente politica. Pur restando sempre sensibile ed estremamente attento alle problematiche politiche, sociali e culturali del suo tempo, Hildesheimer ha scelto una posizione riservata e, sul solco della grande letteratura modernista europea, ha coltivato una scrittura della soggettività, intesa comunque come scrittura della coscienza e non come culto dell’interiorità. Si tratta di una coscienza profondamente segnata da quella che l’autore definì la «dimensione Auschwitz», dalla quale deriva sia la consapevolezza della fine dell’epoca delle grandi narrazioni, sia il connubio particolare di ironia e malinconia dei suoi testi.

I partecipanti alla giornata propongono l’analisi di alcuni aspetti fondamentali dell’opera di Hildesheimer a partire dai propri interessi di ricerca e da un orizzonte di studio interdisciplinare, che permetterà di considerare la produzione dell’autore nel suo complesso, confrontando prospettive di analisi diverse tra loro e attuali. Il formato “giornata di studio” intende stimolare tale confronto e il dibattito, anche a favore degli studenti che parteciperanno.

Organizzazione e contatti: Dr. Serena Grazzini, Ric. Conf. di Letteratura Tedesca, serena.grazzini@unipi.it

 

Seminario sulle Egloghe di Dante – 1 dicembre 2016


depliant-seminario