DIRITTO DELL'INFORMAZIONE

Settore: IUS/08Codice: 072NNCrediti: 6Semestre: 2
Docenti: Panizza Saulle, Pacini Fabio

Obiettivi di apprendimento

Conoscenze

 

Al termine del corso lo studente sarà in grado di riconoscere i presupposti costituzionali e i principi che regolano l'informazione nello Stato moderno e le molteplici tematiche che vi si riconnettono. Sarà altresì in grado di collocare nel quadro della Carta costituzionale i principali temi affrontati.

 

Modalità di verifica delle conoscenze

 

La verifica delle conoscenze acquisite sarà accertata al termine del corso mediante un esame finale dove si richiede la capacità di inquadrare all'interno del tessuto del diritto pubblico le tematiche più specifiche approfondite.

 

Capacità

 

Al termine del corso lo studente sarà in grado di affrontare le tematiche connesse con l'informazione attraverso la prospettiva offerta dal diritto positivo, a partire dai principi costituzionali, dall'interpretazione data dalla dottrina e dalla lettura fornita dalla giurisprudenza, in primo luogo costituzionale.

 

Modalità di verifica delle capacità

 

La verifica delle capacità acquisite sarà accertata al termine del corso mediante un esame finale dove si richiede di conoscere la complessità degli istituti, anche nella stratificazione prodotta dal susseguirsi delle fonti e dell'interpretazione giurisprudenziale.

 

Comportamenti

 

Al termine del corso lo studente acquisirà sensibilità nei confronti della prospettiva giuridica sottesa alle tematiche affrontate, riconoscendo la specificità del discorso giuridico-costituzionale e impadronendosi del linguaggio specifico che lo caratterizza.

 

Modalità di verifica dei comportamenti

 

La verifica dei comportamenti acquisiti sarà accertata in particolare attraverso l'esame della correttezza e della appropriatezza del linguaggio utilizzato, oltre che della impostazione data nelle risposte fornite.

 

Prerequisiti

 

E' auspicabile una conoscenza di tipo storico-politico delle principali vicende del XX secolo per un corretto inquadramento del significato dei testi costituzionali del Novecento e delle loro previsioni di tutela dei diritti. E' altresì auspicabile una conoscenza almeno della struttura del testo costituzionale e delle sue principali partizioni.

 

Programma

 

Il corso affronterà i seguenti argomenti: i principi costituzionali dell’informazione e della comunicazione; la libertà di manifestazione del pensiero e i suoi limiti, espliciti e impliciti; i caratteri della professione giornalistica; le comunicazioni elettroniche; Internet e i contenuti on line.

 

Bibliografia

 

Bibliografia e materiale didattico

Per i frequentanti che decidano di svolgere e discutere una tesina scritta:

R. Zaccaria, A. Valastro, E. Albanesi, Diritto dell’informazione e della comunicazione, nona edizione, Cedam, Padova, 2016, in una delle sottoparti di seguito individuate (capitoli I-III; capitoli IV-VI; capitoli VII-IX; capitoli X-XIII; capitoli XIV-XVII) ovvero secondo una combinazione dei capitoli concordata con il docente.

 

 

Per la preparazione alla prova scritta: S. Panizza, Dizionario breve della Costituzione. Introduzione al significato della nostra Carta fondamentale, La Vela, Viareggio, 2017.

 

Non frequentanti

 

Indicazioni per i non frequentanti

- R. Zaccaria, A. Valastro, E. Albanesi, Diritto dell’informazione e della comunicazione, nona edizione, Cedam, Padova, 2016, in una delle sottoparti di seguito individuate (capitoli I-III; capitoli IV-VI; capitoli VII-IX; capitoli X-XIII; capitoli XIV-XVII);

- F. Dal Canto, P. Consorti, S. Panizza (a cura di), Libertà di espressione e libertà religiosa in tempi di crisi economica e di rischi per la sicurezza, Pisa University Press, Pisa, 2016, sezione prima (libertà di espressione e crisi).

 

 

Per la preparazione alla prova scritta: S. Panizza, Dizionario breve della Costituzione. Introduzione al significato della nostra Carta fondamentale, La Vela, Viareggio, 2017.

 

Modalità di esame

 

L’esame consiste in una prova orale.

Per gli studenti che nel loro percorso universitario non hanno sostenuto alcun esame di diritto pubblico o costituzionale, la prova orale sarà preceduta da una prova scritta, con più domande a risposta aperta, riguardante i principali istituti della Costituzione. Il superamento della prova scritta è condizione per l’accesso alla prova orale e concorre alla determinazione del voto finale.

Per i frequentanti, la prova orale può essere preceduta, a scelta dello studente, dallo svolgimento e dalla discussione di una tesina scritta.

 

Fonte: ESSETRE e Portale esami