Ex docenti

dazzi
Patrizio Dazzi
Ricercatore presso il laboratorio High Performance Computing, afferisce all’Istituto di Scienza e Tecnologie dell’Informazione “A. Faedo” (ISTI) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR). Si è laureato in Informatica e in Tecnologie Informatiche presso l’Università di Pisa ed ha conseguito il dottorato di ricerca presso IMT School for Advanced Studies di Lucca. Si interessa prevalentemente di calcolo distribuito con particolare riferimento all’adattività dei sistemi di calcolo. Ha partecipato e tutt’ora partecipa alle attività di numerosi progetti di ricerca nazionali ed europei.
dini
Pietro U. Dini
Professore ordinario di Glottologia e Linguistica, filologo, linguista e traduttore, specialista in studi Baltici in Lituania, Latvia, Polonia e Germania.
I suoi principali interessi di ricerca riguardano la linguistica storica comparata e la linguistica baltica. Insegna Linguistica generale al primo anno.
dellepiane
Matteo Dellepiane
Matteo Dellepiane è ricercatore presso il Visual Computing Lab, ISTI-CNR, Pisa. Laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni presso l’Università di Genova nel 2002, ha conseguito il Dottorato in Ingegneria dell’Informazione presso l’Università di Pisa nel 2009. Si occupa di Computer Graphics, con particolare riferimento allo studio e applicazione di nuove tecnologie nell’ambito dei Beni Culturali. Le sue principali tematiche di ricerca in questo campo riguardano: metodi e modelli per l’acquisizione 3D di oggetti reali, acquisizione e mappaggio di informazione di colore su modelli 3D, visualizzazione di dati complessi ed eterogenei. L’attività di ricerca del Laboratorio si svolge principalmente nell’ambito di Progetti Europei e Regionali, in collaborazione con centri di eccellenza di ambito internazionale.
gervasi
Vincenzo Gervasi
È professore associato di Informatica. I suoi interessi di ricerca riguardano l’ingegneria del software e in particolare l’ingegneria dei requisiti, le specifiche formali, la programmazione in ambiente distribuito.
È direttore del Master in Sviluppo di applicazioni mobili (2010 e 2014).
Insegna il corso di Editoria elettronica, materia che coltiva come passione.
Pare che ami il Barocco nella musica, nella cucina, e nel software. Canta nel coro dell’Università.
marino
Andrea Marino
Ricercatore in Informatica. Svolge ricerca nel settore degli algoritmi, algoritmi di enumerazione e complessità, con applicazione all’analisi di reti complesse e alla bioinformatica. Ha conseguito il dottorato presso l’Università di Firenze, ottenendo il riconoscimento EATCS Distinguished Dissertation Award in algoritmi. Ha svolto attività di ricerca a Lione occupandosi di problemi di enumerazione con applicazioni in biologia, e a Milano occupandosi di web-crawling. A Firenze e Pisa si è occupato dello sviluppo di algoritmi che si applicano all’analisi di reti di grandi dimensioni come il web e le social network. Insegna laboratorio di Algoritmica.
Monreale
Anna Monreale
Ricercatrice presso il Dipartimento di Informatica dell’Università di Pisa e membro del Knowledge Discovery and Data Mining Laboratory (KDD-Lab), un centro di ricerca congiunto tra ISTI-CNR e Università di Pisa. I suoi temi di ricerca includono lo studio della big data analytics, delle social networks e dei problemi di privacy che possono sorgere durante l’analisi di dati personali e sensibili. Ha partecipato a diversi progetti di ricerca europei, tra cui il più recente PETRA, il cui tema principale è la mobilità in ambito “smart cities”. È stata visiting researcher nel 2010 presso lo Stevens Institute of Technology (Hoboken, NewJersey, USA) e nel 2014 presso l’Università del New Brunswick in Canada.
occhiuto
Eugenia Occhiuto
Professore associato di Informatica. La sua attività scientifica riguarda il settore dei linguaggi di programmazione e in particolare linguaggi dichiarativi ed espressività e metodologie di programmazione nei linguaggi ad oggetti. Grazie alla sua grande esperienza didattica e competenza nei linguaggi di programmazione, da noi insegna il delicatissimo corso di Fondamenti teorici e programmazione, introducendo le matricole agli aspetti teorici dell’informatica e agli aspetti pratici della programmazione
delturco
Roberto Rosselli Del Turco
Ricercatore presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Torino. È interessato alle edizioni digitali di testi medievali: nel 2001 avvia il progetto Vercelli Book Digitale che mira a produrre un’edizione elettronica del Codex Vercellensis, conservato presso l’Archivio e Biblioteca Capitolare di Vercelli; nel 2003, in associazione con studiosi inglesi, americani e canadesi, fonda il Digital Medievalist, un progetto che intende stabilire una community of practice fra tutti gli studiosi interessati alle risorse digitali per gli studi medievali e la rivista elettronica Digital Medievalist Journal. Il Vercelli Book Digitale partecipa con ruolo paritario nel recentissimo progetto Visionary Cross (http://www.visionarycross.org/). È tra i fondatori e membro del Direttivo dell’Associazione per l’Informatica Umanistica e la Cultura Digitale. Da noi insegna Codifica dei testi.
santagata
Marco Santagata
Marco Santagata insegna Letteratura italiana. La sua attività di studioso è rivolta soprattutto alla poesia dei primi secoli, con una particolare attenzione a Dante e a Petrarca. Dirige per i Meridiani Mondadori l’edizione commentata delle Opere di Dante (vol. I Milano 2011; volume II in corso di stampa) ed ha recentemente scritto il libro L’io e il mondo. Un’interpretazione di Dante (Bologna, il Mulino 2011) e la biografia Dante. Il romanzo della sua vita, Milano, Mondadori, 2012. Dirige il Progetto di Ricerca di Interesse Nazionale (PRIN) Per una enciclopedia dantesca digitale. Accanto a quella scientifica svolge anche una attività di narratore: con il romanzo Il Maestro dei santi pallidi (Guanda) ha vinto il premio Campiello 2003.
Tesconi
Maurizio Tesconi
Maurizio Tesconi (PhD in Ingegneria dell’Informazione) è un ricercatore dell’IIT del CNR di Pisa e svolge le sue ricerche all’interno del gruppo Web Application for the Future Internet. I suoi interessi riguardano l’analisi dei Social Media, il Web Semantico e la Linguistica Computazionale. Di recente ha coordinato lo sviluppo di Social Trends ed iTweet, applicazioni web che hanno come obiettivo il monitoraggio, l’analisi e lo studio dei Social Media e della loro evoluzione nel tempo. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche internazionali, nel 2011 ha vinto la prima edizione del premio nazionale Leonardo-Ugis, per i risultati scientifici e l’impegno come comunicatore. Da noi insegna, insieme a Rinzivillo, il nuovissimo corso di Visual analythics, a comune con la magistrale in Business Informatics.
varanini2
Francesco Varanini
Formatore e consulente nel settore delle Risorse Umane, etica del lavoro, cambiamento organizzativo e gestione delle conoscenze, cerca un punto di incontro tra la cultura umanistica e il ‘management’. Ha fondato (nel 2004) e dirige la rivista Persone & Conoscenze. Dirige per Guerini e Associati la collana di libri ‘Virus. Il contagio dell’esperienza’. È socio fondatore (nel 2002) e Direttore Scientifico di Assoetica, associazione per la diffusione di atteggiamenti etici nel mondo del lavoro e delle organizzazioni. È presidente (dal 2013) della delegazione Lombardia dell’AIF Associazione Italiana Formatori. In una vita parallela è saggista e critico letterario, con una particolare attenzione per la letteratura e la cultura ispanoamericana. Racconta di sé all’indirizzo www.francescovaranini.com. Per noi insegna ad anni alterni “Knowledge management” e “Tecnologie dell’informazione e produzione di letteratura”.