Insegnamenti 2016/17


    Letteratura italiana II

    Settore: L-FIL-LET/10   Codice: 166LL   Crediti: 12   Semestre: 1
    Modulo unico: Lezioni, 72 ore, docente Angela Guidotti

    Prerequisiti

    Trattandosi del secondo esame di Letteratura italiana del Corso di laurea si consiglia vivamente di essere già in possesso di una conoscenza generale in merito ad autori e correnti principali della Letteratura italiana ed anche di nozioni essenziali di  retorica e metrica

    Obiettivi

    Gli studenti devono acquisire la capacità di leggere un testo, comprenderne il significato, essere in grado di farne una sintesi orale e riconoscerne le peculiarità tematiche, stilistiche e, in caso di testo poetico, anche metriche.

    Verifica

    Durante l'esame orale finale

    Conoscenze

    Gli studenti dovranno acquisire una conoscenza approfondita di alcuni testi della letteratura italiana appartenenti al genere teatrale e poetico tra Ottocento e Novecento specificamente indicati nel sottostante programma del Corso e mostrare di saperli collocare nella storia della letteratura italiana. Dovranno anche conoscere alcuni canti della Divina Commedia mostrando di saper comprendere il significato del testo.

    Verifica conoscenze

    La verifica avviene durante l'esame orale finale mediante la lettura e il commento da parte dello studente di brani o versi tratti dai testi in programma e domande sulla storia della letteratura italiana dall'Ottocento alla prima metà del Novecento e sulla lettura e comprensione di versi tratti dai canti indicati della 'Divina Commedia'

    Comportamenti

    Gli studenti, nonostante si tratti di lezioni frontali, sono invitati a rivolgere domande al docente in caso di incomprensione o di desiderio di approfondimento di qualche argomento trattato, in modo da affinare progressivamente le capacità di capire a fondo gli argomenti esposti per dotarsi di sempre maggior autonomia nel processo di acquizione di strumenti critici

    Verifica comportamenti

    La verifica avviene sia in sede di lezione, attraverso il dialogo di chiarimento nell'ambito di temi oggetto della lezione stessa, oppure in sede di colloquio finale

    Programma

    'Aspetti del teatro italiano tra Otto e Novecento: dramma borghese e tragedia moderna'

    Il corso propone la lettura di alcuni testi particolarmente significativi nell'ambito del nostro teatro fra due secoli: dopo l'Unità d'Italia si afferma il dramma borghese come prodotto della nuova realtà sociale e politica; con l'avvento delle avanguardie novecentesche questa struttura entra in crisi lasciando spazio alla ripresa della tragedia in quanto tale, talvolta in modo esclusivo, come nel caso di d'Annunzio, talvolta promuovendo la convivenza tra le due forme di teatro, come in Pirandello. Si tratta dunque di chiarire l'evoluzione del dramma borghese da un lato e la rielaborazione della tragedia classica dall'altro.

    Per il dramma borghese verranno letti e commentati i seguenti testi: Marco Praga, 'La moglie ideale'; Giuseppe Giacosa, 'Come le foglie'.

    Per la tragedia verranno letti e commentati i seguenti testi: Gabriele d'Annunzio, 'La città morta' e 'La Gioconda'; Luigi Pirandello, 'Diana e la Tuda'.

    Questo argomento occuperà la parte iniziale del Corso ed un cospicuo numero di ore, circa 40; tuttavia è possibile che ci sia una flessibilità dovuta ad eventi non prevedibili in anticipo (impegni istituzionali, come sedute di tesi, Consigli di Corso e Dipartimento, Commissioni che possono determinare, se in concomitanza con l'orario delle lezioni, alcune varianti)

    Nella rimanente parte del Corso saranno trattati gli altri argomenti previsti, ossia illustrazione delle opere scelte  e precisate nella bibliografia sottostante

     

     

     

     

    Indicazioni metodologiche

    Lezioni frontali con possibilità di interazione degli studenti direttamente a lezione, oppure al ricevimento o via-mail nel caso ci siano domande specifiche da rivolgere al docente

    Modalità di esame

    Esame frontale orale sugli argomenti indicati

    Non frequentanti

    Il corso monografico rimane invariato sia per la lettura dei testi che per i saggi critici con le seguenti integrazioni:

    Lettura integrale del volume: Angela Guidotti, 'Forme del tragico nel teatro italiano del Novecento', Pisa, ETS, 2016 con un testo in più, oltre quelli previsti per i frequentanti, scelto tra quelli analizzati nel volume stesso.

    Due (anziché uno) autori e testi  a scelta fra i tre indicati per i frequentanti (Leopardi, Foscolo, Pascoli)

    Quindici Canti della 'Divina Commedia' aggiungendo un canto scelto a piacere per ogni Cantica ai dodici previsti per i frequentanti

     

     

     

     

     

    Bibliografia

    I testi analizzati durante il corso possono essere letti in qualsiasi edizione.

    Per preparare l'argomento relativo al dramma borghese occorre leggere: Siro Ferrone, 'Introduzione' a 'Il teatro italiano , vol.V, 'La commedia e il dramma borghese dell'Ottocento', Tomo primo, Torino, Einaudi, 1979, pp.VII-LXIV.

    Per preparare l'argomento relativo alla tragedia occorre leggere: Angela Guidotti, Forme del tragico nel teatro italiano del Novecento, Pisa, ETS 2016,  pp.5-65.

    Fanno parte integrante della preparazione per l'esame anche:

    Conoscenza delle correnti e degli autori della letteratura italiana dell'Ottocento e della prima metà del Novecento

    Lettura e  commento di uno a scelta fra i seguenti autori e relativi testi indicati:

    Giacomo Leopardi, dai 'Canti': 'Ultimo canto di Saffo', 'L'infinito', 'Alla luna', 'La sera del dì di festa', 'A Silvia', 'La quiete dopo la tempesta' (si consiglia l'Introduzione di Gianfranco Contini a 'Antologia leopardiana', Firenze, Sansoni, 1988)

    Ugo Foscolo, 'Sepolcri' (si consiglia l'Introduzione di Matteo Palumbo a Foscolo, 'Poesie', Milano, Rizzoli, 2010)

    Giovanni Pascoli, dai 'Poemi Conviviali': 'Solon', 'Il sonno di Odisseo', 'L'ultimo viaggio', 'Alexandros' (si consiglia di leggere l'Introduzione di Pietro Gibellini a Pascoli, 'Poemi Conviviali', Milano, Rizzoli, 2009)

    Lettura e  commento dei seguenti canti della 'Divina Commedia':

    'Inferno': I, III, XIII, XXVI

    'Purgatorio': I, III, V, XXIII

    'Paradiso': I, III, XI, XVII

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Note

    INIZIO DELLE LEZIONI:

    mercoledì  5 ottobre ore 16  A.1 Palazzo Ricci

     

     


    Fonte: Portale esami