Insegnamenti 2017/18


    Filologia classica

    Settore: L-FIL-LET/05   Codice: 145LL   Crediti: 12   Semestre: 1-2
    Modulo unico: Lezioni, 72 ore, docente Maria Tanja Luzzatto

    Prerequisiti

    Adeguata conoscenza delle lingue greca e latina.

    Obiettivi

    Capacità di valutare un testo greco o latino in rapporto alle dinamiche culturali e materiali della sua trasmissione, alle fonti, ai corredi eruditi antichi e moderni.

    Verifica

    Discussioni in itinere di singoli passi di autori antichi, dei problemi di interpretazione e delle relative scelte editoriali.

    Conoscenze

    Acquisizione di una conoscenza di base dei modi e delle tappe storiche della trasmissione dei testi greci e latini, sia conservati che ricostruiti da testimonianze e frammenti, e della capacità di utilizzare con competenza le edizioni critiche moderne.

    Verifica conoscenze

    La verifica orale dovrà dimostrare una conoscenza nelle grandi linee della tradizione di un testo antico greco o latino e la capacità di tradurre e commentare filologicamente singoli passi.

    Comportamenti

    Lo studente potrà acquisire le competenze tecniche necessarie per leggere un testo antico greco o latino in lingua originale, su una edizione critica moderna.

    Verifica comportamenti

    Durante le lezioni è sollecitata la partecipazione degli studenti alla discussione filologica dei passi letti in aula.

    Programma

    (a) Introduzione alla filologia classica.

    Storia degli studi. Vicende della tradizione dei classici greci e latini, con inquadramento storico. L'edizione critica moderna.

    (b) La Poetica di Aristotele: commento filologico di passi scelti.

    L'uscita, a quasi mezzo secolo dalla classica edizione oxoniense di R. Kassel, di una nuova edizione della Poetica con ampio corredo filologico ed esegetico a cura di L.Taran e D.Gutas sollecita a confrontarsi con i problemi posti da un testo affascinante e fondamentale attraverso la lettura puntuale di alcuni passi significativi.

    Modalità di esame

    L'esame finale consiste in un'unica prova orale, della durata orientativa di trenta minuti, nella forma di un colloquio con il docente sui saggi indicati in bibliografia, seguito da lettura, traduzione, e commento filologico dei testi oggetto del corso.

    Non frequentanti

    Programmi concordati sono concessi in via straordinaria a seguito di comprovata impossibilità di frequenza e ne dovrà essere fatta richiesta all'inizio del corso.

    Bibliografia

    Tutti i testi esaminati durante il corso saranno forniti in fotocopia dal docente.

    (a) Ai fini dell'esame è richiesta la lettura dei seguenti saggi:

    L.D. Reynolds - N. Wilson, Copisti e filologi, tr.it. di M.Ferrari, 4^ ed. riveduta, Padova (ed. Antenore) 2016, pp. 3-114.

    P. Chiesa, Elementi di critica testuale, Bologna (ed. Patron), 2002, capp. I-II, pp. 1-144.

    (b) Edizioni di riferimento:

    Aristotelis De arte poetica liber, recognovit R. Kassel, Oxonii (OCT) 1965

    Aristotle Poetics, ed. maior by L. Taran - D. Gutas, Leiden-Boston 2012 [«Mnemosyne» Suppl. 338]

    Note

    Il corso ha inizio nel I Semestre, 2° sottosemestre (verso la fine di novembre; la data precisa sarà comunicata con congruo anticipo) con orario martedì-mercoledì, ore 8.30-10.00 nell'Aula 3 di palazzo Ricci (p.III)  e prosegue nel II Semestre, con orario lunedì-martedì-mercoledì, ore 8.30-10.00, stessa Aula.

     

    Inizio delle lezioni:

    martedì 5 dicembre, ore 8.30, Aula 3 Ricci

     

    Il ricevimento si tiene il martedì e il mercoledì, ore 10.30-11-30, nello studio del docente al p.terra di Palazzo Venera (v. S.Maria 36).


    Fonte: Portale esami