Insegnamenti 2017/18


    Storia della lingua italiana B

    Settore: L-FIL-LET/12   Codice: 192LL   Crediti: 6   Semestre: 2
    Modulo unico: Lezioni, 36 ore, docente Fabrizio Franceschini

    Prerequisiti

    Non sono richiesti prerequisiti in senso stretto. E' preferibile, ma non vincolante, aver seguito in precedenza le lezioni di Storia della Lingua italiana A, impartite nel I semestre. Conviene consultare preventivamente i materiali didattici (diapositive) sotto indicati, per acquisire familiarità con i temi che saranno trattati a lezione.

    Obiettivi

    Capacità di analizzare, in termini di grammatica storica e sui diversi piani degli sviluppi fonetici, della morfologia, della sintassi e del lessico, i classici del Trecento (in particolare la '"Commedia" di Dante e il "Decameron" del Boccaccio) e testi pratici e documentari del Due-Trecento.

    Verifica

    Interazione costante con la classe, anche durante le lezioni frontali.

    Esercitazioni informali di analisi testuale in classe.

    Esame orale.

    Conoscenze

    Consolidamento delle conoscenze di fonetica articolatoria e fonologia. Acquisizione di adeguate conoscenze della grammatica storica dell'italiano, nel confronto col latino, con le lingue romanze e con altre lingue europee.

    Verifica conoscenze

    Interazione costante con la classe, anche durante le lezioni frontali.

    Esame orale.

    Comportamenti

    Gli studenti e le studentesse frequentanti sono tenuti/e a seguire le lezioni con attenzione e sono invitati/e a interloquire liberamente con domande e osservazioni. E' utile che chi frequenta sia dotato di computer o di altri dispositivi che consentano l'accesso alla rete, si intende per ricerche connesse allo svolgimento delle lezioni. E' preferibile che l'interazione tra docenti e e studenti si svolga in classe e a voce, all'inizio piuttosto che alla fine delle lezioni ('piuttosto' non significa 'o'). E' bene che i messaggi di posta elettronica siano formulati semplicemente, cortesemente e in buon italiano. I messaggi si firmano con nome e cognome (in quest'ordine).

    Verifica comportamenti

    La verifica avverrà nel rapporto tra docente e studenti, in base ai principi della cortesia e del buon senso.

    Programma

     

    Titolo e programma del Corso

    Aspetti di grammatica storica dell’italiano

    Il corso avrà la seguente articolazione.

    1. Presentazione dei principali strumenti di lavoro per gli studi di storia della lingua e linguistica italiana (vedi C. Marazzini, La lingua italiana. Profilo storico, Bologna, il Mulino, cap. 2).
    2. Aspetti grammaticali e sintattici dell’italiano nel confronto col latino e le altre lingue europee (diapositive attualmente in linea nel sito Moodle, sotto Storia della Lingua italiana A 2013-2014, Argomento 1).
    3. Aspetti di grammatica storica dell’italiano e dei suoi dialetti (diapositive attualmente in linea nel sito Moodle, sotto Storia della Lingua italiana A 2013-2014, Argomento 2).
    4. Commento linguistico del I canto dell’Inferno (vedi L. Serianni, Lezioni di grammatica storica italiana, nuova ed., Roma, Bulzoni, 1998, pp. 85-144; il libro, fuori commercio, si trova nella bibliotca del Dipartimento e in altre biblioteche).
    5. Commento linguistico di due novelle di Giovanni Boccaccio, Decameron: VIII, 10 (vedi P. Manni, La lingua di Boccaccio, Bologna, il Mulino, 2016, pp. 201-210; F. Franceschini, “Salabaetto” e i nomi di tipo arabo ed ebraico nel “Decameron”, “Italianistica”, XLII, 2013,2, pp. 107-125); V, 9 (vedi R. Cella, La prosa narrativa. Dalle origini al Settecento, Bologna, il Mulino, 2013, pp. 151-159).
    6. Analisi di testi pratici e documentari del Due-Trecento che saranno indicati a lezione.

     

     

    Indicazioni metodologiche

    Cercate sempre di conoscere direttamente e di prima mano, con un salto in biblioteca, i testi di cui si parla a lezione. Non ha molto senso parlare, in sede di esame, dei dizionari storici dell'italiano senza averne mai aperto uno. Utilizzate liberamente e ampiamente le possibilità informative offerte dalla rete, ma preoccupatevi di controllare e approfondire queste informazioni. Il fatto, ad esempio, che in rete ci sia un dizionario etimologico dell'italiano non garantisce che le etimologie ivi offerte siano buone (anzi può esser vero il contrario).

    Modalità di esame

     

    Esame orale.

    Non frequentanti

    Programma per chi non frequenta:

    1. C. Marazzini, La lingua italiana. Profilo storico, Bologna, il Mulino, 2002 e edizioni successive, pp. 471 + indici.
    2. P. D'Achille, Breve grammatica storica dell'italiano, Roma, Carocci, 2003, pp. 132.
    3. R. Cella, La prosa narrativa. Dalle origini al Settecento, Bologna, il Mulino, 2013, pp. 1-68 e 151-159.
    4. P. Manni, La lingua di Boccaccio, Bologna, il Mulino, 2016, pp. 201-210.
    5. F. Franceschini, “Salabaetto” e i nomi di tipo arabo ed ebraico nel “Decameron”, “Italianistica”, XLII, 2013, 2, pp. 107-125.

    Bibliografia

    La bibliografia di partenza è indicata sopra. In linea, sulla piattaforma Moodle, sono già reperibili materiali didattici, in forma di diapositive, sui seguenti temi:

    • Aspetti grammaticali e sintattici dell’italiano nel confronto col latino e le altre lingue europee.
    • Aspetti di grammatica storica dell’italiano e dei suoi dialetti.

     

    Note

    Si invitano gli studenti intenzionati a seguire il corso ad iscriversi alla pagina Moodle.


    Fonte: Portale esami