Insegnamenti 2017/18


    Glottologia

    Settore: L-LIN/01   Codice: 153LL   Crediti: 12   Semestre: 1
    Modulo unico: Lezioni, 72 ore, docente Franco Fanciullo

    Prerequisiti

    non sono richieste conoscenze iniziali perché l'insegnamento di Glottologia non è previsto nelle scuole medie superiori;

    sarebbe tuttavia molto utile una conoscenza sia pure a grandi linee della storia e della geografia dell'Europa e del Medeiterraneo;

    si consideri in ogni caso che, essendo una materia di norma mai affrontata in precedenza,  la glottologia può opporre, allo studente, serie difficoltà: la FREQUENZA è dunque CALDAMENTE CONSIGLIATA

    Obiettivi

    capacità di un primo orientamento autonomo nell'ambito della ricerca linguistica

    Verifica

     

    tramite esame orale (o, eventualmente, tramite test scritto + esame orale)

    durante l'esame lo studente dovrà dimostrare di saper applicare quello che ha appreso durante il corso in modo tale da risolvere problemi linguistici non esplicitamente trattati a lezione ma commisurati alle nuove conoscenze

    Conoscenze

    acquisizione delle nozioni basilari per affrontare l'indagine linguistica

    Verifica conoscenze

    tramite esame orale (o, eventualmente, tramite test scritto + esame orale)

    nessuna prova in itinere prevista

    Comportamenti

    acquisizione di abilità finalizzate alla ricerca bibliografica, alla raccolta di materiali linguistici, all'esplicazione di capacità latamente critiche.

    Verifica comportamenti

    tramite esame nel corso del quale verranno testate, in relazione a quanto appreso, le capacità operative dello studente

    Programma

    Modulo A:   introduzione minima alle tematiche di base di fonetica, fonologia e morfologia, partendo dai dati dell'italiano e di altre lingue geograficamente vicine (I semestre)  

    Modulo B:   introduzione minima alle tematiche di base della linguistica storica, con particolare riguardo alla ricostruzione (I semestre)  

    Indicazioni metodologiche

    - lezioni frontali "vecchia maniera";

     - il docente va contattato preferibilmente di persona nell'orario (indicato) di ricevimento

     - non sono previste prove intermedie né è previsto l'uso di lingue diverse dall'italiano

    Modalità di esame

    l'esame, comprendente I e II modulo insieme, è ORALE

    in caso, però, di appelli affollati, la mattina dell'esame è previsto un test SCRITTO relativo al I modulo, il cui superamento dà accesso all'esame orale del II modulo, effettuato subito dopo la correzione del test; chi non supera il test scritto non ha, in quell'appello, accesso all'esame del II modulo;

    le domande (sia orali, sia per iscritto in caso di test) NON sono a quiz e neppure del tipo SI-NO, ma sono domande APERTE, la cui risposta deve essere ARGOMENTATA ed ESAURIENTE: trattandosi di domande aperte, e non di quizzoni tipo esame scuola-guida, non si può indicare a priori un numero minimo di risposte giuste perché l'esame si possa considerare superato;

    non sono previste prove in itinere

    Non frequentanti

    lo studente che intenda sostenere l'esame da NON-frequentante è tenuto a contattare DI PERSONA (e NON PER MAIL) il docente, onde concordare un programma         

    (chi si ostina a chiedere per mail un programma concordato, non avrà risposta)

    Bibliografia

    modulo A (i testi indicati completano = non sostituiscono le lezioni - gli studenti non  frequentanti devono contattare di persona il docente per concordare un programma):

    - da F. Fanciullo, Introduzione alla linguistica storica (Bologna, il Mulino 2013; ultima ed.):

    cap. 2 (Il mutamento); 

    - da F. Fanciullo, Prima lezione di dialettologia (Roma-Bari, Laterza, 2015):

    cap. 4 (Il Rafforzamento Fonosintattico);   

    - da E. Magni, Linguistica storica (Bologna, Pàtron, 2014):

    cap. 5 (Il mutamento morfologico);

     

    Testi modulo B (i testi indicati completano = non sostituiscono le lezioni - gli studenti non frequentanti devono contattare di persona il docente per concordare un programma):  

    - Franco Fanciullo, Introduzione alla linguistica storica (Bologna, il Mulino 2013; ultima ed.), relativamente ai capp. 1 (La parentela linguistica), 4 (Esordi e primi sviluppi della linguistica storica), 5 (Geolinguistica e sociolinguistica: la variabilità), 6 (Gli indoeuropei) e, importante e da studiare con l'atlante (!)- 7 (L'Europa linguistica e le lingue indoeuropee fuori d'Europa); 

    INOLTRE:

           per gli studenti del curriculum antichistico: dal XX libro dell'Odissea, i versi 54-19 (lettura metrica, traduzione e grammatica); dal Satiricon di Petronio, i capp. 48-54 (lettura, traduzione, grammatica);

           per gli studenti del curriculum modernistico: o come gli studenti del curriculum antichistico, oppure, dal Satiricon di Petronio, i capp. 48-54 e 110-112 (lettura, traduzione, grammatica);

           per gli studenti che alla scuola media superiore non hanno studiato né greco né latino: dall'Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri, i canti 3, 26 e 33 (lettura, comprensione  del testo, analisi linguistica condotta in base a quanto detto nel corso delle lezioni).

    Note

    le lezioni si svolgono nel I semestre e iniziano lunedì 25 settembre 2017

    ricevimento-studenti: fino all'inizio delle lezioni, il giovedì dalle 9.30 alle 12 e dalle 14.30 alle 15.30; con l'inizio delle lezioni l'orario di ricevimento potrà subire modifiche

    Collegamenti esterni

    -----


    Fonte: Portale esami