Insegnamenti 2016/17


    Letteratura inglese II C

    Settore: L-LIN/10   Codice: 230LL   Crediti: 9   Semestre: 1
    Modulo unico: Lezioni, 54 ore, docente Enrico Giaccherini

    Prerequisiti

    Lo studente dovrà ovviamente essere in possesso di 1) previa adeguata conoscenza della lingua inglese tale da consentirgli di affrontare, sotto la guida del docente, testi - prevalentemente poetici - prodotti a partire dall'epoca della prima modernità (Early Modern), nonché 2) di nozioni generali sui principali tratti caratterizzanti delle maggiori epoche storico-letterarie della tradizione occidentale (e.g., Classicità, Medioevo, Rinascimento etc. etc.) - conoscenze che avrà acquisito nel corso dei precedenti cicli educativi.

    Conoscenze

    Lo studente apprenderà ad interpretare adeguatamente i testi che saranno oggetto di indagine, appartenenti alla specifica tradizione linguistica e culturale inglese, collocandoli nel contesto della più ampia tradizione letteraria occidentale di cui fanno parte.

    SI RICORDA CHE QUESTO SPECIFICO CORSO E' RIVOLTO AGLI STUDENTI DEL CURRICULUM "C"

    Programma

    IL PROGRAMMA DI ESAME SI ARTICOLA NELLE PARTI SEGUENTI:

    A) CORSO MONOGRAFICO

    "PAROLA E IMMAGINE NELLA POESIA INGLESE FRA I SECOLI XVI E XVII"

    Durante il corso verrà presa in esame - preceduta da lezioni introduttive - una serie esemplificativa di componimenti poetici fra ‘500 e ‘600 inglese che tematizzano il dialogo fra parola e immagine, intesa quale prodotto sia delle “arti visive” – e in particolare il ritratto – sia dell’attività propriamente concettuale – e in particolare di quella onirica. Per i testi primari e secondari relativi al corso monografico si veda il campo successivo ("Bibliografia e materiale didattico")

    B) PARTE ISTITUZIONALE E ALTRE LETTURE OBBLIGATORIE (questa parte del programma di esame è interamente affidata alla preparazione individuale dello studente):

    Gli studenti sono tenuti ad acquisire adeguate conoscenze dello sviluppo della letteratura inglese in prospettiva diacronica, con riferimento al periodo dalle origini alla fine del XVII secolo.
    A tal fine si consiglia, a puro titolo indicativo, l’uso, a scelta, di uno dei seguenti manuali:

    – A. Sanders, The Short Oxford History of English Literature, Oxford, Clarendon Press, 1996 (trad. it. Storia della letteratura inglese, a cura di A. Anzi, Milano, Mondadori, 2001).
    – P. Bertinetti (a cura di), Storia della letteratura inglese, 2 volumi, Torino, Einaudi 1996 (vol. I, pp. 3-315).

    Gli studenti sono inoltre tenuti a leggere IN LINGUA ORIGINALE i seguenti testi (che sono TUTTI liberamente accessibili, in lingua originale, in rete. Le traduzioni italiane sono segnalate a titolo puramente indicativo:


    G. Chaucer, dai Canterbury Tales: “General Prologue”, vv. 1-746; “The Shipman's Tale” (in Chaucer, Opere, vol. II, trad. it. con testo a fronte a cura di V. La Gioia, Introd. di P. Boitani, Torino, Einaudi, 2000).

    Christopher Marlowe, Hero and Leander.

    J. Webster, The Duchess of Malfi  (tr. it. La duchessa di Amalfi, Marsilio, Venezia 2010) oppure, a scelta, The White Devil.

    W. Shakespeare, a) Romeo and Juliet (Romeo e Giulietta, ET Teatro, Einaudi); b) Macbeth (Oscar Classici, Mondadori; BUR).

    J. Milton, da Paradise Lost: a) Book I, vv. 1-270; b) Book IV, vv. 131-267 (J. Milton, Paradiso perduto, trad. it. con testo a fronte a cura di Roberto Sanesi, Classici Mondadori, Milano, 1990).

    A. Behn, Oroonoko, or the Royal Slave (O.U.P., World’s Classics).

    F. Bacon, dagli Essays: a) “Of Death”, b) “Of Plantations”, c) “Of Custom and Education” .

    W. Congreve, The Way Of the World.

    N.B. Tutti i testi primari qui elencati sono liberamente accessibili, in lingua originale, in rete. Le traduzioni italiane sono segnalate a titolo puramente indicativo.

    Indicazioni metodologiche

    Le lezioni frontali relative al corso verranno normalmente tenute in italiano, anche se, per la natura stessa dell'insegnamento, verrà fatto un uso parziale, ma frequente, della lingua inglese.

    Modalità di esame

    L'esame si svolge in forma orale riguardante, in un'unica soluzione, tutte le parti del programma. Non è consentito, cioè, sostenere separatamente, in appelli diversi, l'esame di singole parti del programma.Tuttavia, a parziale eccezione di quanto appena specificato, a conclusione delle lezioni riguardanti il corso monografico tenuto dal titolare, si svolgerà una sola volta, e su base esclusivamente volontaria, una verifica scritta relativa esclusivamente ai contenuti del corso stesso, che potrà sostituire la relativa parte dell'esame orale al momento in cui questo verrà completato. Tale verifica scritta, se superata, non ha scadenza, ma resta valida fino al completamento dell'esame. Gli studenti che sceglieranno di non sostenere questa verifica scritta sosterranno invece l'esame, come previsto, in forma integralmente orale.

    Non frequentanti

    Gli studenti che non possono, o non intendono, frequentare le lezioni relative a questo corso dovranno concordare personalmente con il docente titolare del corso stesso uno specifico programma parzialmente alternativo.

    Bibliografia

    TESTI PRIMARI relativi al corso monografico (N.B. Tutti i testi primari qui di seguito elencati sono liberamente accessibili, in lingua originale, in rete. Le traduzioni italiane sono qui segnalate a titolo puramente indicativo):

    1. Th. Wyatt, «Unstable dream, according to the place»
    2. E. Spenser, da Amoretti, son. 77 («Was it a dream, or did I see it plain»)
    3. William Shakespeare:
    a) Sonetto 24 («Mine eye hath played the painter…»)
    b) Sonetto 43 («When most I wink, then do mine eyes best see»)
    c) Sonetto 47 («Betwixt mine eye and heart a league is took»)
    d) da "Richard II", IV,1 (ll. 275-87)

    4. John Donne:
    a) dai Songs and Sonets: «Witchcraft by a picture»; «A Valediction: forbidding mourning»; «The Dreame»; «A Lecture upon the Shadow».
    b) da Holy Sonnets: Son. XIII «What if this present…»
    c) dalle Elegies: V. «His Picture»; X. The dreame»

    5. Thomas Randolph, «Upon his Picture»

    6. George Herbert: «Easter Wings»; «The Altar».

    TESTI SECONDARI (OBBLIGATORI):

    L. Innocenti, «“A Lecture upon the Shadow”: Truth and Representation», in Counting & Recounting. Measuring Inner and Outer Space in the Renaissance, ed. by P. Bottalla and M. Calderaro, Edizioni La Mongolfiera, Trieste 1995, pp. 129-148

    S. Bigliazzi, «Figure oniriche della lontananza nei sonetti di Shakespeare», in Memoria di Shakespeare n. 7, n. s., a cura di R. Colombo e M. Valentini, Bulzoni, Roma, 2010, pp. 49-66.

    L. Bolzoni, Il cuore di cristallo, Torino, Einaudi, 2010, pp. 150-180 (“Poesia e ritratto: la negoziazione dei confini”).

    Note

    Per poter sostenere l’esame di Letteratura Inglese 2 è necessario avere concluso l’esame relativo alla prima annualità (verbalizzazione Letteratura Inglese 1).

    IL CORSO VERRA' SVOLTO INTERAMENTE NEL PRIMO SEMESTRE DELL'A.A. 2016-2017. LE LEZIONI AVRANNO INIZIO MARTEDI' 27 SETTEMBRE 2016, SECONDO L'ORARIO SETTIMANALE CHE VERRA' RESO NOTO SUCCESSIVAMENTE.

    RICEVIMENTO STUDENTI:

    martedi' h. 10.00 - via S. Maria 67, 1° piano.

    N.B.: SI PREGA DI ANNUNCIARSI TRAMITE E-MAIL ALL'INDIRIZZO enrico.giaccherini@unipi.it


    Fonte: Portale esami