Didattica 

Esame finale

VALUTAZIONE DELLA TESI DA PARTE DI REVISORI ESTERNI

Giunto alla fine del III anno di corso, il dottorando è tenuto a sottoporre il lavoro di tesi al proprio supervisore, al coordinatore e al segretario, in rappresentanza del Collegio. Presa visione della tesi, il supervisore propone al Collegio due valutatori esterni, indicando nome, cognome, qualifica, sede universitaria di afferenza, indirizzo mail.

I valutatori esterni sono nominati tramite delibera del Collegio di dottorato. Sarà cura del supervisore inoltrare ai revisori esterni il pdf della tesi di dottorato, la comunicazione di nomina e il modello per la valutazione della tesi scaricabile qui.

Entro tre mesi dalla nomina e tramite relazione scritta, i valutatori esterni propongono l’ammissione della tesi alla discussione pubblica o, eventualmente e in maniera motivata, il rinvio per un periodo massimo non superiore a sei mesi per le necessarie integrazioni e correzioni. La valutazione deve essere indirizzata al coordinatore del dottorato in Discipline Linguistiche e Letterature Straniere dell’Università di Pisa e inviata per mail al supervisore che la recapiterà al coordinatore di dottorato.

FORMAZIONE DELLE COMMISSIONI DI ESAME FINALE 

Una volta acquisito il giudizio positivo dei valutatori, il supervisore proporrà al consiglio una rosa di possibili nomi per la commissione, che verrà proposta dal collegio per la successiva nomina da parte del Dipartimento. Se disponibili, i revisori esterni possono far parte della commissione di esame finale. Data e luogo della discussione finale saranno comunicati dal supervisore in tempo utile per la nomina insieme ai dati dei commissari e dei supplenti: nome e cognome, affiliazione, ruolo accademico, SSD di appartenenza, indirizzo email istituzionale.

ESAME FINALE

Modello del verbale della riunione della Commissione per l’esame finale del dottorato di ricerca e relativo Allegato 1 (fac-simile del verbale; fac-simile del verbale per tesi in cotutela).