Dottorandi e alumni 

XXXIV CICLO – a.a. 2018/19

CURRICULUM LETTERARIO

 

Dott. Iris Karafillidis
iris.karafillidis@phd.unipi.it

Il “capitale linguistico” della religiosità nella letteratura russa post-sovietica[SSD L-LIN/21]

Nell’ambito del paradigma epistemologico del “capitale linguistico”, proposto da P. Bordieu e ripreso da V. M. Živov, il progetto propone una disamina delle realizzazioni letterarie avute dall’area semantica della religiosità a partire dalla disgregazione dell’Unione Sovietica. Ampliando il diapason dello studio anche alle registrazioni dei repertori lessicografici e agli esiti dei corpora, si potranno collocare e giustificare le modalità con cui viene ripreso, da parte dei principali prosatori dell’attuale Federazione Russa, il sostrato simbolico e linguistico afferente alla religione. Grazie a questo approccio, la ricerca potrà perlustrare le verbalizzazioni del semantic change in atto all’interno della nuova lingua letteraria russa.

Supervisore: Prof. Stefano Garzonio – Pisa

 

***

 

Dott. Angela Moro
angela.moro@phd.unipi.it

Fuori luogo. La rappresentazione del territorio latinoamericanoda parte degli scrittori spagnoli esiliati
[SSD L-LIN/05]

Il progetto intende indagare le forme di rappresentazione dello spazio latinoamericano, bacino di accoglienza per la maggior parte degli scrittori spagnoli repubblicani costretti all’esilio in seguito alla Guerra Civile. Le traiettorie letterarie, biografiche – e quindi anche geografiche – degli autori costretti all’abbandono della patria profilano una cartografia identitaria in cui la definizione del luogo di appartenenza è prioritaria e, al contempo, sfuggente. In questo senso, si tenterà di ricorrere al concetto foucaultiano di eterotopia sia come congegno attraverso cui i luoghi reali vengono riscattati e resi irriducibili, sia come strumento interpretativo per la risemantizzazione delle coordinate della terra da cui si è stati espulsi e nella quale si esiste per il fatto di non abdicare alla ricerca del proprio posto.

Supervisore: Prof. Enrico Di Pastena – Pisa

 

***

 

Dott. Matteo Zupancic
m.zupancic@studenti.unipi.it

Per un’applicazione della Sprachreflexion teologica alla prosa tedesca tra Jahrhundertwende 
Weimarer Republik: Kafka, Musil, Döblin, Jünger, Jahnn.
[SSD L-LIN/13]

Il presente progetto di ricerca è volto alla realizzazione di una base teorica e di un apparato metodologico per l’analisi del fenomeno della Sprachreflexion all’interno della prosa letteraria tedesca, nel periodo compreso tra la Jahrhundertwende e la Zwischenkriegszeit. Muovendo da un approccio fortemente interdisciplinare (i tentativi di categorizzazione della Sprachkrise, il dibattito sul paradigma della secolarizzazione e gli studi sulla Mystik der Moderne e sui rapporti tra filosofia contemporanea e teologia negativa), verrà innanzitutto svolta un’indagine, anche in senso kulturwissenschaftlich, del legame tra la riflessione linguistica propria della tradizione teologica e la Sprachreflexion letteraria della Moderne. In secondo luogo, si tenterà lo sviluppo di un metodo teorico-letterario fondato sulle tre categorie di via affirmationisvia negationis e via analogiae e si cercherà di valutarne le potenzialità ermeneutiche per l’analisi dei testi di alcuni dei più importanti autori del periodo selezionato.

Supervisore: Dr. Francesco Rossi – Pisa

 

CURRICULUM LINGUISTICO

 

Dott. Sara Corso
s.corso3@studenti.unipi.it

Acquisizione e produzione della lingua tedesca nei locutori multilingui:
Interferenze e processi di apprendimento

[SSD L-LIN/14]

Il progetto intende indagare i meccanismi di apprendimento nonché eventuali fenomeni di transfer linguistici rilevabili in locutori multilingui che apprendano il tedesco quale L2 in contesti guidati o che lo abbiano acquisito spontaneamente (ad es. durante l’infanzia). Si provvederà alla composizione di un corpus attraverso la somministrazione di interviste e test tramite i quali osservare: le modalità con cui il contatto linguistico si verifica ed influenza la produzione linguistica dei locutori presi in esame; come i meccanismi di apprendimento vengono messi in atto dai soggetti e, dunque, quali metodi didattici risultano essere idonei ai fini di una didattica che incontri le necessità di studenti multilingui.

Supervisore: Prof. Marianne Hepp – Pisa

 

***

 

Dott. Giulia Rambelli
giulia.rambelli@phd.unipi.it

Towards a Distributional Construction Grammar
[SSD L-LIN/01]

This research project looks at developing an overall framework of natural language comprehension, called Distributional Construction Grammar (DCxG), which integrates Distributional Semantics into Construction Grammar. The entire architecture will be modelled to describe the cognitive and linguistic mechanisms behind the interpretation of a sentence, including into the same framework both the compositional process (according to which the meaning of a sentence is the result of the composition of the meaning of the single words) and the direct access to the meaning mechanism shown by several constructions. In particular, we propose an activation function which evaluates the possibility for a construction to be predicted. Therefore the final computational model will bring together formal linguistic theories, usage-based contextual information and psycholinguistic findings towards a generic account of language comprehension.

Supervisore: Prof. Alessandro Lenci – Pisa

 

***

 

Dott. Julija Šabasevičiūtė
j.sabaseviciute@studenti.unipi.it

Problemi di linguistica contrastiva fra lituano e italiano
[SSD L-LIN/01]

L’oggetto della ricerca che qui si presenta è costituito dall’indagine dei più rilevanti fenomeni contrastivi individuabili ai diversi livelli dell’analisi linguistica tra l’italiano e il lituano. Lo studio si propone di indagare in prospettiva linguistica e traduttologica (profittando cioè anche delle più recenti traduzioni di testi letterari dal lituano all’italiano e viceversa) i principali fenomeni di anisomorfismo rilevabili tra le due lingue in una cornice ampia, contrastiva e comparativa. Scopo del lavoro è raccogliere un’adeguata documentazione dei suddetti fenomeni, descriverne la configurazione e comprenderne i meccanismi, al fine di facilitare lo studio del lituano da parte degli studenti italiani e quello dell’italiano da parte degli studenti lituani. Considerata in prospettiva, la ricerca vorrebbe contribuire alla stesura di una grammatica contrastiva delle due lingue che ancora manca nel panorama scientifico.

Supervisore: Prof. Pietro Umberto Dini – Pisa

 

***

 

Dott. Martina Turconi
martina.turconi@phd.unipi.it

Stress-timed vs. syllable-timed:
Un’indagine sperimentale sul linguaggio cantato
[SSD L-LIN/01]

Il seguente progetto di ricerca si propone di analizzare le lingue cantate dal punto di vista ritmico, con l’obiettivo di verificare la collocazione delle lingue cantate europee nelle classi ritmiche già note: stress-timed e syllable-timed. Sulla scia degli studi pionieristici di A.D. Patel e J.R. Daniele (2003) sul rapporto tra ritmo linguistico e ritmo musicale, intendiamo applicare all’analisi delle composizioni musicali vocali i metodi di misurazione quantitativa elaborati in ambito fonetico, solitamente riferiti alla lingua parlata. Infine ci proponiamo di confermare i dati emersi dalle misurazioni acustiche attraverso test percettivi.

Supervisore: Prof. Giovanna Marotta – Pisa