Didattica 

Tirocini curricolari

 

DATO IL PROTRARSI DELL’EMERGENZA SANITARIA, LE RIUNIONI DELLA COMMISSIONE TIROCINI POTRANNO SUBIRE SLITTAMENTI. GLI STUDENTI CHE ABBIANO INVIATO RICHIESTA E NON ABBIANO RICEVUTO RISPOSTA POSSONO CONCORDARE UN RICEVIMENTO TELEFONICO CON L’UNITÀ DIDATTICA.

Il tirocinio curricolare è obbligatorio per gli studenti del curriculum C.

Gli studenti degli altri curricula (A e B) potranno svolgere comunque il tirocinio, ma questo verrà verbalizzato tra i crediti sovrannumerari.

CHI PUÒ SVOLGERE IL TIROCINIO

  • gli studenti che abbiano già maturato almeno 120 cfu e che abbiano in carriera almeno 5 esami di Lingua straniera (inclusa la lingua C)

DOVE SVOLGERE IL TIROCINIO

  • Il corso di studi ha già attivato un buon numero di convenzioni. Le aziende e gli enti già convenzionati rappresentano la corsia preferenziale per lo svolgimento del Tirocinio. Gli interessati dovranno prendere personalmente accordi con l’azienda/ente convenzionato (si veda la pagina dedicata alle Convenzioni LIN) e candidarsi presso l’azienda/ente prescelto.
  • Lo studente può proporre l’attivazione di una nuova convenzione e la Commissione si riserva di valutarne l’opportunità.

Tirocini in imprese di famiglia

: La Commissione invita gli studenti a non svolgere il tirocinio in imprese familiari, in modo poter maturare esperienza in contesti diversi da quello legato alla propria famiglia. Lo studente che comunque ritenesse proficuo svolgere il tirocinio nell’impresa di famiglia, può farne richiesta alla Commissione motivando opportunamente tale scelta. La Commissione si riserva di accogliere o rigettare la richiesta a seconda che siano soddisfatte o meno queste condizioni:

 

  • specializzazione del tutor aziendale e sua estraneità al nucleo familiare;
  • congruenza dell’attività svolta con gli obiettivi formativi del tirocinio.

PROCEDURA

  1. Gli studenti interessati ad effettuare il tirocinio formativo presso un ente già convenzionato  o che intendano proporre una nuova convenzione devono scrivere un e-mail all’ Unità didattica, che fungerà da candidatura ufficiale. Alla mail dovrà essere allegato questo modulo riempito in tutte le sue parti e l’autodichiarazione degli esami sostenuti scaricabile dal portale ALICE, area personale, sezione Certificati.
  2. Il tirocinio sarà assegnato nell’ambito della Commissione tirocini del corso di laurea, che si riunisce all’inizio di ogni mese. Le richieste che perverranno dopo che la Commissione si sarà riunita, saranno prese in carico nel corso della Commissione del mese successivo.
  3. La Commissione tirocini valuterà le richieste e autorizzerà (o non autorizzerà) lo svolgimento del tirocinio: in caso di autorizzazione assegnerà formalmente un tutor universitario.
  4. Il candidato dovrà sottoscrivere con l’azienda/ente e il tutor interno il progetto formativo, e consegnarlo all’Unità didattica prima dell’inzio delle attività concordate. Per i candidati al tirocinio IPH, il progetto formativo è in parte precompilato: dovranno usare questo modulo per il tutorato di Lingua straniera e quest’altro per il tutorato di italiano.
  5. Il candidato dovrà, alla fine del tirocinio, consegnare il registro delle presenze  (registro IPH Lingue straniereitaliano) , e il questionario .
  6. Anche il tutor dell’ente dovrà compilare il questionario.
  7. Eventuale altra modulistica (interruzione, proroga, sospensione, ecc.) è scaricabile alla pagina dell’Ateneo.
  8. Una volta conclusa l’attività, lo studente ha tempo 90 giorni per richiederne la verbalizzazione in carriera.

+++

EVENTUALI RICONOSCIMENTI DI ATTIVITÀ SVOLTE

In casi eccezionali, se è effettivamente dimostrata l’impossibilità di svolgere altro tirocinio, la Commissione Tirocini potrà valutare di equiparare al Tirocinio curriculare attività svolte in assenza di autorizzazione previa. Questo potrà avvenire soltanto alle seguenti condizioni:

  1. che le attività già svolte e concluse abbiano avuto luogo nel corso degli studi universitari (non saranno prese in considerazione attività lavorative e/o esperienze formative svolte nel corso delle scuole superiori)
  2. che le attività siano state svolte nei seguenti ambiti:
    • organizzazione di eventi culturali
    • incarichi di tipo amministrativo
    • pubbliche relazioni
    • turismo
    • editoria
    • settore librario
  3. che, al momento dello svolgimento dell’attività per la quale richiede la convalida, lo studente avesse già assolto i requisiti curricolari necessari per i Tirocini (almeno 120 cfu in carriera di cui almeno 5 esami di Lingua straniera – inclusa la lingua C).

NON saranno prese in considerazione:

richieste a cui manchi l’attinenza con gli obiettivi formativi del corso (per esempio, attività di addetti alle vendite, al porta a porta o alla ristorazione)

PROCEDURA PER L’EVENTUALE RICONOSCIMENTO

  1. La richiesta di equiparazione dovrà essere effettuata sulla base della procedura indicata sulla pagina Riconoscimenti crediti formativi del sito di Ateneo.
  2. La documentazione da allegare alla richiesta consiste in:
    1. relazione del richiedente circa le attività svolte
    2. un’attestazione a firma del datore di lavoro – su carta intestata della sede – che certifichi quanto affermato dallo studente (non si daranno, in via preventiva informazioni circa la correttezza della documentazione prodotta).

La Commissione emetterà parere insidacabile di ammissibilità o non ammissibilità del riconoscimento.