Didattica 

A.A. 2020-2021

Antropologia del mondo antico

Aprile

8 aprile, 28-29 aprile (6 h): Manuela Giordano, Costruire Atene: Eschilo, le mura, le Erme
15, 22 aprile (6 h): Graziana Brescia, Somigliare alla madre. Fortuna (o sfortuna) di un antimodello

nella cultura romana

 

Maggio

Seconda, terza e quarta settimana (12 h.): Mario Lentano, Miti romani. Enea, Romolo, Numa.
27 maggio (3 h): Luca Bombardieri, Shocking in my town. Forme e modelli di cultura urbana nell’Età

del Bronzo mediterraneo. Giugno 2021

7-11 giugno (6 h), Alessandro Linguiti, Questioni etiche nella tradizione platonica di età imperiale. 21-25 giugno (12 h): Cristiano Viglietti, Il silent trade. Tra antropologia storica e antropologia economica.

 

Settembre

9 settembre (3 h): Federica Iurescia, La pragmatica storica e la letteratura latina
16-17 settembre (6 h): Andrea Taddei, Riti, feste e tragedie ad Atene.
21-22 settembre (6h): Stefano Ferrucci, Il nome della cosa: gli schiavi nella democrazia ateniese.

 

Ottobre

1° ottobre (3h): Luca Bombardieri, La Dea e la donna. Aspetti della Preistoria di Afrodite a Cipro.

4 ottobre (3 h): Federica Iurescia, La pragmatica storica e l’analisi dei testi

 

 

Inoltre:

 

29 Gennaio 2021, h. 16.00-18.00

Calendario LabOrality 2021

Manon Brouillet, (Université de Picardie)
Inch’ Allah, dice il poeta: oralità e rituale nei proemi. Un percorso fra Omero, Goody e Lord

Armando Cutolo (Università di Siena)

Gestione sociale della memoria e tradizione orale nelle società africane. Un approccio etnografico

 

17 Febbraio

Cléo Carastro (Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales, ANHIMA, Parigi), Tucidide e la scrittura
Stefano Ferrucci (Università di Siena), Ingannare l’uditorio: le forme della comunicazione in Tucidide

 

26 Febbraio: Oralità e diritto tra Grecia e Roma Aglaia McClintock (Università del Sannio) Andrea Taddei, (Università di Pisa)

 

Marzo

Mario Lentano (Università di Siena)

 

Aprile

Marco Bettalli (Università di Siena)

 

23 aprile, h. 16.00-18.00
Roberto Nicolai (Università di Roma “Sapienza”) Carlo Brillante (Università di Siena)

Archeologia

Dalla risorsa naturale al manufatto.
Archeologia della produzione in Toscana tra preistoria ed età moderna

Maggio (qui la locandina):
giovedì 13, ore 14.00-16.30

Nicoletta Volante – Archeologia mineraria preistorica: dalla pietra al metallo in Toscana e nella penisola italiana

ore 17.00-19.30

Andrea Zifferero – Risorse dell’ambiente e attività produttive in età preromana: indicatori archeologici, catene operative e casi di studio

venerdì 14, ore 10.00-12.30

Franco Cambi – De agri cultura e bacini di approvvigionamento: teorie, metodologie, fonti ore 14.00-16.30

Giovanna Bianchi – Archeologia della produzione edilizia in pietra di età medievale. La transizione tra X e XII secolo

ore 17.00-19.30

Roberto Farinelli – Opifici idraulici e lavorazioni metallurgiche nella Toscana meridionale tra VIII e XVII secolo. Il caso delle produzioni siderurgiche

 

Città e territorio 1

(date da definire)
Gabriele Gattiglia, Città e campagna. Problemi teorici e gestione digitale dei dati urbani

Fabio Fabiani, Il suburbio di Pisa in età romana e tardoantica: nuovi dati dagli scavi dell’ex area Scheibler e di Via Marche

Simonetta Menchelli, Fra città e campagna nell’Italia romana: forme di popolamento e di organizzazione del territorio. Alcuni casi di studio

.

Città e territorio 2

Aprile

Emanuela Alberti, Urbanistica minoica e archeologia del paesaggio egea

Luca Cappuccini, Abitati di altura in Etruria

Stefano Campana, Nuovi paradigmi per lo studio dei paesaggi rurali e urbani (anche a continuità di vita)

Paolo Liverani, Trasformazioni urbane, il caso del Celio orientale tra metodi e risultati

 

 

 

Modulo pisano di lezioni per il curriculum archeologico che si terrà tra il 28 giugno e il 2 luglio: qui la locandina

 

 

Filologia classica

 

Rolando Ferri

La verbalizzazione pubblica nel mondo romano: pratiche ricostruibili, influenza della grammatica antica, realismo linguistico.

 

Modulo di 15 ore

Lezioni: 14, 15 e 19 luglio

Seminari: 20 e 21 settembre

 

Maria Serena Mirto

Tecniche di caratterizzazione nella tragedia euripidea.

La strategia che Euripide predilige per caratterizzare i suoi personaggi si scontra con l’esigenza del mondo antico di un disegno stabile dell’ethos, come mostra il primato che Aristotele, più tardi, assegnerà all’intreccio. In Euripide l’intreccio, il μῦθος, non è gerarchicamente prevalente, ma anzi si può dire al servizio degli ἤθη, della caratterizzazione: le peripezie che si succedono e che capovolgono ripetutamente la situazione drammatica sono il banco di prova della tempra morale dei personaggi, ne modificano l’approccio alla realtà e l’equilibrio interiore.

Le lezioni prevedono una contestualizzazione del tema, con un panorama degli studi più recenti sulle tecniche di caratterizzazione nel mondo antico, e una serie di casi-studio che evidenzierà ciò che distingue Euripide dagli altri autori drammatici, da un lato, e dal modo in cui la caratterizzazione viene intesa nella letteratura e nel teatro moderno, dall’altro.

 

Modulo di 15 ore

Lezioni: 11-12 ottobre; 18-19 ottobre

Seminari: 8-9 novembre

 

Giulio Vannini- Giovanni Zago

Seminario Petroniano.

Lezioni: 17-18 giugno

Seminari: 14-15 ottobre

 

Francesca Maltomini – Valeria Piano

Papiri letterari adespoti: ecdotica ed esegesi.

28 giugno;
2 e 5 luglio; 30 settembre; 1° ottobre

Didattica trasversale