Dottori e dottorandi 

Dottorandi di Ricerca XXXIII ciclo (a.a. 2017-2018)

  Noè Albergati  Mail


  Elisa Bacchi  Mail


  Laura Federici  Mail

 

Progetto di ricerca: Tra gli Alterati e l’Accademia Fiorentina: Francesco Bonciani e la cultura di secondo Cinquecento a Firenze

Tutor: prof. Giorgio Masi (Università di Pisa)

Bio

Nata a Sora (FR) nel 1992, dopo aver conseguito la maturità classica si è iscritta alla facoltà di Lettere Moderne dell’Università “La Sapienza” di Roma, laureandosi in letteratura italiana con una tesi sull’epistolario di Torquato Tasso condotta sotto la supervisione del prof. Emilio Russo. Nel 2017 ha conseguito con il massimo dei voti la Laurea Magistrale in Filologia Moderna presso il medesimo ateneo, relatore il prof. Roberto Gigliucci e correlatore il prof. Emilio Russo, discutendo una tesi di letteratura italiana inerente a tre Prose diverse tassiane, nello specifico: La lezione sopra il sonetto Questa vita mortal di Monsignor Della Casa, le Considerazioni sopra tre canzoni di M. Giovan Battista Pigna e la Risposta alle Opposizioni d’Incerto fatte al sonetto in morte di Pietro Spino.

Pubblicazioni

Conferenze

Altro


  Fabrizio Foligno  Mail


  Filippo Gobbo  Mail

 

Progetto di ricerca: Mutamenti e mutazioni italiane (1956-2011): rappresentazioni della storia nazionale nella fiction italiana contemporanea.

Tutor: Prof. Riccardo Castellana (Università di Siena); Christian Rivoletti (Friedrich- Alexander- Universität Erlangen-Nürnberg)

Bio

Ha conseguito la laurea in “Filologia moderna” presso l’Università di Padova con una tesi sulla rappresentazione della nazione nel romanzo americano degli anni Novanta (con un focus su American Pastoral di Philip Roth e Paradise di Toni Morrison). E’ fondatore e membro dell’associazione di promozione sociale “ForMaLit”, con la quale organizza laboratori di analisi e critica del testo letterario nelle scuole superiori, e redattore della rivista di teoria, critica e traduzione “Ticontre”. Attualmente si occupa di narrativa italiana contemporanea.

Pubblicazioni

Articoli:
Il rifiuto e i rifiuti. Forme del riuso in Underworld di Don DeLillo in M. Marcheschi (a cura di), Rottami, rovine, minuzzerie: pensare per frammenti, ETS, Pisa 2018, pp. 79-90.
Quando il mito inventa il mondo. Nazioni immaginate e decostruite in Ein weites Feld di Günter Grass e American Pastoral di Philip Roth, in Finzioni. Verità, bugie, mondi possibili, R. Galvagno – M. Rizzarelli – M. Schilirò – A. Scuderi (a cura di), Between, IX.18 (2019), www.betweenjournal.it.
Cronaca, realtà storica e romanzesco: il paradigma indiziario in tre opere di Enrico Deaglio in J. Brühne, C. Conrad von Heydendorff, C. Rok (a cura di),Re-Konstruktion des Realen. Die Wiederentdeckung des Realismus in der Romania, V&R unipress, Göttingen (prossima pubblicazione).
Recensioni:
– Recensione a A. O’Hagan, La vita segreta. Tre storie vere dell’era digitale in “Allegoria”, 79, I (2019), p. 178
– Recensione a Bong Joon-ho, Parasite in “Allegoria”, (prossima pubblicazione)

Conferenze

 – Il rifiuto e i rifiuti. Forme del riuso in Underworld di Don DeLillo in seminari Zetesis, 10 dicembre 2018.
–  Quando il mito inventa il mondo. Nazioni immaginate e decostruite in Ein weites Feld di Günter Grass e American Pastoral di Philip Roth, convegno annuale associazione Compalit, Catania, 13-15 dicembre 2018.
Forme di rappresentazione della nazione nella narrativa italiana dagli anni Novanta ad oggi , Doktoranden und Forschungskolloquium organizzato presso il dipartimento di romanistica della Friedrich- riedrich- Alexander- Universität di Erlangen-Norimberga, luglio 2019.
Cronaca, realtà storica e romanzesco: il paradigma indiziario in tre opere di Enrico Deaglio , XXXVI. Romanistentag, Kassel, 29 settembre- 2 ottobre 2019.

Altro

Curatele: 
– Associazione ForMaLit (a cura di), La lingua dell’esperienza. Attualità dell’opera di Luigi Meneghello, Cierre edizioni, Verona 2019.
– F. Gobbo, I. Muoio, G. Scarfone (a cura di), “Non poteva staccarsene senza lacerarsi”. Per una genealogia del romanzo familiare italiano, Pisa University Press, Pisa (prossima pubblicazione).
Convegni organizzati:
– La lingua dell’esperienza. Attualità dell’opera di Luigi Meneghello, Padova, 18-19 maggio 2017.
– Fictional Minds: modi di rappresentazione della coscienza in letteratura (panel), convegno annuale Associazione degli Italiani, Pisa, 14-12 settembre 2019 (organizzato assieme a Gloria Scarfone).
–  “Non poteva staccarsene senza lacerarsi”. Per una genealogia del romanzo familiare italiano, Pisa, novembre 2019 (organizzato assieme a I. Muoio e G. Scarfone).
Premi: 
 
– Premio Zanotti per gli studi letterari istituito dall’associazione Compalit (2017)


  Valeria Massellucci  Mail


  Davide Murari  Mail


  Elisa Orsi  Mail


  Beatrice Pecchiari  Mail

 

Progetto di ricerca: Letteratura, politica e arte nel salotto pistoiese di Louisa Grace Bartolini

Tutor: prof.ssa Francesca Fedi (Università di Pisa).

Bio

Beatrice Pecchiari si è laureata con lode in Lettere Moderne nell’anno accademico 2014/2015 presso l’Università “Sapienza” di Roma con una tesi sulla ricezione dei Promessi sposi nella Spagna dell’Ottocento. Dello stesso tema si è occupata per la sezione spagnola della mostra virtuale “I Promessi sposi” in Europa e nel mondo, realizzata nel 2015. Nell’a.a. 2016/2017 ha preso parte al programma Erasmus+ presso l’Università di Durham (Gran Bretagna), dove ha collaborato con la cattedra di lingua italiana. Nel 2017 ha conseguito con lode la laurea magistrale in Filologia Moderna presso l’Università “Sapienza” di Roma con una tesi sullo studio critico e genetico di Una lapide in via Mazzini di Giorgio Bassani, con cui ha vinto il Premio “Robert Nissim Haggiag” per il miglior essay su Bassani (2019).

Pubblicazioni

Curatele

  • Giorgio Bassani, Interviste 1955-1993, a cura di Domenico Scarpa e Beatrice Pecchiari, Milano, Feltrinelli, 2019.

Articoli

  • «Con il vostro permesso, io sono un poeta». L’autocoscienza poetica nelle interviste di Giorgio Bassani, in Dal particolare all’universale. I libri di poesia di Giorgio Bassani, a cura di Valerio Cappozzo, Ravenna, Giorgio Pozzi Editore, 2020, pp. 273-289.
  • Aspetti e percorsi della prima diffusione dei “Promessi sposi” in Spagna, in «Annali Manzoniani», n. 2, 2019, pp. 150–165.
  • Il lavoro “a giornate” su “Una lapide in via Mazzini”, in Laboratorio Bassani. L’officina delle opere, a cura di Angela Siciliano, Ravenna, Giorgio Pozzi Editore, 2019, pp. 119-138.
  • “Una lapide in via Mazzini” di Giorgio Bassani. Per una poetica della riscrittura, in «Bollettino di italianistica», n.2, 2019, pp. 85-114.

Recensioni:

  • Recensione a «Meditare, studiare, scrivere». Il carteggio Giorgio Bassani – Giuseppe Dessí (1936-1959), a cura di Francesca Nencioni, Ravenna, Giorgio Pozzi, 2018, in «Antologia Vieusseux», N. 70, gennaio-aprile 2018, pp. 116-119.
  • Recensione a Chiara Fenoglio, La divina interferenza, Roma, Gaffi, 2015, in «Oblio», VI, n. 22-23, autunno 2016, pp. 184-186.
  • Recensione a Clemente Rebora, Poesie, prose e traduzioni, a cura di Adele Dei, Milano, Mondadori, 2015, in «Oblio», VI, n. 21, primavera 2016, pp. 238-241.

Conferenze
  • “Los prometidos esposos” e “Los Novios”. Natura e società nelle prime traduzioni spagnole dei “Promessi sposi”, in Natura, società e letteratura. XXII Congresso dell’ADI – Associazione degli Italianisti (Bologna 13-15 settembre 2018).
  • Il lavoro “a giornate” su “Una lapide in via Mazzini”, in Laboratorio Bassani. Seminario sulle carte d’Archivio di Giorgio Bassani in occasione del Centenario della nascita dello scrittore (Ferrara-Bologna 23-24 maggio 2018).
  • Varianti di Bassani: primi sondaggi da “Una lapide in via Mazzini” e “Una notte del ’43”, in La letteratura italiana e le arti, Atti del XX Congresso dell’ADI – Associazione degli Italianisti (Napoli, 7-10 settembre 2016), a cura di L. Battistini, V. Caputo, M. De Blasi, G. A. Liberti, P. Palomba, V. Panarella, A. Stabile, Roma, Adi editore, 2018.
  • Manoscritti 2.0. Filologia, Paleografia e nuove tecnologie. Il seminario presenta le ricerche svolte nell’ambito del Progetto Multidisciplinare Thesma Project (Sapienza Ricerca 2014-2015) dai Dipartimenti di Studi Greco Latini, Italiani, Scenico-Musicali e dal Dipartimento di Fisica.
  • Ricadute didattiche soggettive, in Una piattaforma per mostre virtuali e la sua applicazione didattica, in L’Italianistica oggi: ricerca e didattica, Atti del XIX Congresso dell’ADI – Associazione degli Italianisti (Roma, 9-12 settembre 2015), a cura di B. Alfonzetti, T. Cancro, V. Di Iasio, E. Pietrobon, Roma, Adi editore, 2017.

Altro

Mostre


  Gloria Scarfone  Mail


  Riccardo Socci  Mail

 

Progetto di ricerca: Modi della deindividuazione. Il soggetto nella lirica italiana di fine Novecento

Tutor: Prof. Raffaele Donnarumma

Bio

Riccardo Socci è nato a Recanati nel 1991. Nel 2013 si è laureato in Lettere moderne presso l’Università di Siena, discutendo una tesi di Storia del giornalismo dal titolo I quotidiani italiani al tempo dei social media: i casi de la Repubblica e del Corriere della Sera (relatore Prof. Maurizio Boldrini). Nel 2016, presso l’Università di Pisa, si è laureato in Italianistica con una tesi intitolata Tre poeti italiani fra Novecento e anni Zero: Valerio Magrelli, Milo De Angelis e Franco Buffoni (relatore Prof. Raffaele Donnarumma, correlatore Prof. Alberto Casadei). Attualmente si occupa soprattutto di poesia italiana contemporanea.

Pubblicazioni

Articoli:

Dal Disperso al Disperso: Kafka e le forme della narratività nel primo Cucchi (in via di pubblicazione)

Poesia vs esperienza: Magrelli nel laboratorio di Ora serrata retinae (in via di pubblicazione)

L’opera di un altro: Bolaño e Kafka (in via di pubblicazione)

Sulla poesia di Franco Buffoni: dagli esordi a Guerra, in «L’Ulisse», 22, 2019, pp. 270-286

«E sto dove non stavo»: linee evolutive nella poesia di Valerio Magrelli, in «Italianistica», XLVI, 3, 2017, pp. 227-236.

Conferenze

«Chi non ha mai toccato un falco»: parodie di Montale in Antonio Porta, NEMLA Annual Convention, Boston, 5-8 marzo 2020

Dal Disperso al Disperso: Kafka e le forme della narratività nel primo Cucchi, Seminario annuale di poesia contemporanea, Milano, IULM, 12 aprile 2019

Altro