Linguistica


    Non sono ammesse nuove iscrizioni alla laurea magistrale in Linguistica (LING) perché il Corso di Studi è stato disattivato a partire dall’a.a. 2015-2016. Il corso rimane attivo esclusivamente per gli studenti già iscritti.

    Chi volesse intraprendere un percorso formativo analogo potrà dirottare i propri interessi verso il curriculum Linguistico della LM in Linguistica e traduzione.

    Presidente del consiglio

    Valeria Tocco ( valeria.tocco@unipi.it )

    Referente didattico

    Annalisa Simonetti (annalisa.simonetti@unipi.it)

    Il Corso di Laurea magistrale in Linguistica mira a formare laureati che posseggano avanzate competenze scientifiche e specifiche abilità tecniche:

    • approfondita conoscenza delle metodologie linguistiche;
    • padronanza delle tecniche di analisi e di descrizione dei sistemi linguistici;
    • solida preparazione nell’ambito delle lingue antiche (per il percorso di Linguistica storica e comparata) o nell’ambito delle lingue moderne (per il percorso di Linguistica delle Lingue Moderne) o nell’ambito delle teorie del funzionamento e della natura del linguaggio (per il percorso di Linguistica teorica e applicata);
    • valida qualificazione e/o aggiornamento per insegnare lingue e letterature classiche (percorso di Linguistica storica e comparata) o le lingue straniere di specializzazione (percorso di Linguistica teorica e applicata, percorso di Linguistica delle Lingue Moderne), in strutture private e, assolti gli obblighi previsti, nelle scuole pubbliche italiane

    I laureati dovranno inoltre avere acquisito la capacità di:

    • accedere a testi in almeno due lingue dell’Unione Europea con specifico riferimento ai lessici tecnici delle discipline impartite;
    • essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell’Unione Europea oltre l’italiano;
    • saper utilizzare i principali strumenti informatici negli ambiti specifici di competenza.

    Il Corso di Studio consta di tre percorsi: Linguistica teorica e applicata (Percorso A); Linguistica storica (Percorso B); Linguistica delle lingue moderne (Percorso C). Per tutti i curricula, l’impianto comune è fondato sulla conoscenza critica delle principali correnti teoriche della linguistica e delle sue applicazioni, delle culture lingue e letterature antiche e moderne del mondo indeuropeo e peri-indeuropeo, in una prospettiva volta a superare la tradizionale separazione tra linguistica diacronica e linguistica sincronica.

    PIANO DI STUDI

    Gli studenti della laurea magistrale in Linguistica (studenti iscritti a partire dall’a.a. 2010-2011) devono scaricare il proprio piano di studi

    e consegnarlo nel mese di marzo di ogni anno accademico.

    Il piano di studi deve essere presentato anche da coloro i quali fossero in attesa di formale ammissione e avessero ancora la propria domanda inevasa sul portale delle ammissioni o , già iscritti ai Corsi singoli di transizione e recupero, dovessero ancora superare gli esami ascritti a recupero.

    Crediti a libera scelta dello studente

    Gli studenti possono “coprire” i crediti liberi previsti dal proprio piano di studi con qualsiasi insegnamento offerto dalle lauree triennali, specialistiche o magistrali dell’Ateneo di Pisa che abbia un voto in trentesimi (e non una semplice idoneità) e sia coerente con il percorso formativo. I crediti liberi sono parcellizzabili e, quindi, possono essere “coperti” con uno o più esami. Nel caso la somma dei cfu degli esami utilizzati a copertura dei crediti liberi, superi il numero massimo previsti dal proprio ordinamento, i cfu in surplus verranno considerati sovrannumerari (quindi non computabili come validi ai fini del conseguimento del titolo) ma correttamente caricati in carriera.

    N.B.: NON E’ POSSIBILE SOSTENERE UN ESAME PER UN NUMERO DI CREDITI DIVERSO DA QUELLO PREVISTO IN PROGRAMMAZIONE DIDATTICA, PENA IL NON RICONOSCIMENTO DEI CREDITI COME CURRICULARI.