Didattica 

Prova finale

Gli studenti in procinto di laurearsi in Lingue e letterature straniere devono rispettare scadenze e adempimenti previsti dall’Ateneo e dal corso di laurea.

Nota bene: le date delle sedute di laurea con indicazione dei nominativi dei laureandi vengono pubblicate sul sito dipartimentale non appena i relatori ne dànno comunicazione. Le medie vengono calcolate uno o due giorni prima della data di proclamazione.

 

LINEE GUIDA

La prova finale LIN consiste in un elaborato scritto e in un colloquio orale.

L’elaborato scritto, di estensione minima di 30 e massima  di, indicativamente, 60 cartelle (di 2000 battute ciascuna), è redatto in lingua italiana o in una lingua curriculare (A o B).

L’argomento dell’elaborato finale deve essere concordato con un solo relatore, che potrà essere un qualsiasi docente del corso di studi. L’eventuale presenza di un correlatore sarà a discrezione del relatore.

Il lavoro, pur non dovendo necessariamente possedere carattere di originalità, deve dimostrare la sicura capacità dello studente di orientarsi nella bibliografia primaria e secondaria, di argomentare in forma adeguata e corretta, di saper redigere un saggio di analisi critica o una bibliografia ragionata.

Il colloquio orale mira ad accertare le capacità argomentative orali del laureando. Per tutti gli studenti, inclusi quanti si laureano in materie non linguistiche, parte del colloquio si svolgerà nella lingua straniera curricolare (A o B) previamente concordata con il relatore.

 

Allegati

Regolamento prova finale laurea triennale

Fac-simile frontespizio dell’elaborato finale

Esempio di calcolo della media ponderata