Didattica 

A. A. 2021/2022

Calendario dell’attività didattica del Dottorato in Studi Italianistici A. A. 2021/2022

L’attività didattica dell’A. A. 2021/2022 sarà costituita da una serie di incontri seminariali. Le dottorande e i dottorandi del ciclo XXXVI dovranno partecipare con almeno una relazione, mentre le dottorande e i dottorandi del ciclo XXXVII dovranno seguire due seminari e esporre almeno una relazione. Di seguito i seminari offerti dalla didattica del dottorato:

 

  • Narrativa e morale. Prof. Raffaele Donnarumma, prof.ssa Cristina Savettieri

Pur con qualche ritardo, il dibattito critico sui rapporti tra narrativa ed etica è arrivato anche in Italia. Cosa può essere raccontato di quanto urta il senso morale diffuso? In quali forme? Che valore dare alla nozione di autonomia estetica? Esistono ancora censure? Come si esercitano? Ci proponiamo di indagare questo campo di problemi nella letteratura del secolo scorso e di questo. Alle quattro lezioni, seguiranno i seminari liberi e volontari dei dottorandi, su testi significativi individuati insieme.
Verranno offerte una bibliografia minima di riferimento su cui impostare la discussione comune e una breve lista di testi possibili da analizzare per chi ne abbia il desiderio.

 

Lezioni

venerdì 4 marzo 10.15-11.45
giovedì 10 marzo 10.15-11.45
venerdì 18 marzo 10.15-11.45
venerdì 25 marzo 10.15-11.45

Le date dei seminari dei dottorandi saranno concordate in seguito


  • Scrivere su Wikipedia. Prof. Mirko Tavosanis

 

L’attività consiste nella scrittura o modifica di voci di Wikipedia collegate agli argomenti studiati dai dottorandi e si inserisce in una tradizione didattica universitaria già consolidata a livello internazionale. Anche in Italia sono state fatte diverse iniziative di questo tipo, soprattutto presso l’Università di Padova.

L’attività si svolgerà attraverso due incontri in presenza di due ore l’uno, per un totale di 4 ore (nel caso di combinazione con altre attività nello stesso periodo, le 4 ore potranno essere distribuite anche su 4 giorni). Al termine dell’attività sarà richiesto di svolgere un lavoro su Wikipedia sulla base di quanto presentato.

17 e 18 maggio dalle 16 alle 17:30, Sala Riunioni Palazzo Venera


 

Link per il collegamento da remoto: http://unisi.webex.com/meet/riccardo.castellana

 

L’intento è quello di analizzare la scrittura biografica nelle sue componenti letterarie, stilistiche, linguistiche, narrative e finzionali, nelle diverse epoche storiche e in diversi ambiti discorsivi.

 

Programma completo

 

 Sede dei lavori 

Siena, Palazzo San Niccolò, Via Roma 56 (c/o Dipartimento di filologia e critica) 

Martedì 5 aprile 2022 

 

 Sessione mattutina, coordina Carlo Caruso (Università di Siena) 

Ore 10,30 Riccardo Castellana (Università di Siena), Biographical turn? Introduzione ai lavori 

Ore 11,00 Alessio Decaria (Università di Udine), La Notizia di ser Brunellesco e la scrittura biografica nella Firenze del Rinascimento 

Ore 11,30 Marcello Simonetta (Scrittore), Biografia e autobiografia in Machiavelli e Guicciardini 

 

Ore 12,00 Discussione 

 

Ore 13,00 Pausa pranzo al Ristorante l’Orto de’ Pecci 

 

Sessione pomeridiana, coordina Riccardo Castellana (Università di Siena) 

Ore 15,00 Nicole Siri (Università di Siena) – Alberto Prunetti (Scrittore), Da “Amianto” a “Nel girone dei bestemmiatori:” narrazione biografica, storia famigliare e letteratura working class 

Ore 16,00 Antonio Galetta (Università di Pisa), Documento reale e libertà immaginativa in Il camorrista di Giuseppe Marrazzo (1984) 

Ore 16,30 Elena Grazioli (Università di Pisa), Fra côté notoire e côté mystérieux: le biografie di Sandra Petrignani 

Ore 17,00 Giorgia Ghersi (Università di Pisa), Tra saggio, biografia e ritratto: Sanguina ancora di Paolo Nori 

Ore 17,30 Discussione 

Ore 18,30 Conclusione dei lavori 

 


  • Variazione di canone: la letteratura italiana al vaglio dell’età moderna (Genova)

 

Genova–25 maggio 2022, Via Balbi 2 -Aula Magna

 

Presiede Simona Morando (Università di Genova)

 

10.00 Angelo Pietro Caccamo (Università di Pisa), Caratteri della presenza dantesca nell’«Innamoramento de Orlando»

10.20 Paolo Zublena (Università di Genova), Il disdegno di Pietro. La poesia di Guido Cavalcanti dalla «Raccolta Aragonese» alle «Prose della volgar lingua»

10.40 Federica Condipodero (Università di Pisa), Letture dantesche nel Vat. Lat. 5642: l’epistola «al Poeta Fiorentino sopra gli avvisi de la sua Commedia» (cc. 265-271)

11.00 Discussione

 

11.20 Pausa

 

11.30 Luca Pastori (Università di Genova), «E che frutti poi si cavano da sì onorati studi?» Boccaccio tra Doni e Lando

11.50 Andrea Lazzarini (Università di Genova), Alessandro Tassoni lettore di Boccaccio

12.10 Matteo Navone (Università di Genova), «Il terzinante antico mastro». Alfieri e Dante “satirico”

12.30 Discussione

 

Presiede Stefano Verdino (Università di Genova)

 

14.30 Miriam Kay (Università di Pisa), I “classici contemporanei” secondo Foscolo: Il caso di Alfieri nell’ «Essay on the presente liberatore of Italy»

14.50 Duccio Tongiorgi (Università di Genova), Dante nelle antologie scolastiche tra Sette e Ottocento

15.10 Francesca Speranza (Università di Pisa), «Sinceri del resto nelle contraddizioni, anzi appunto nelle contraddizioni». Riflessioni sul Carducci dantista

15.30 Discussione

 

16.00 Marco Berisso (Università di Genova), Dante in Dossi

16.20 Andrea Valentini (Università di Genova), «Per vari anni passò quelle ore con Machiavelli, Guicciardini e Boccaccio». Svevo e il canone della letteratura italiana

16.40 Francesca Santucci (Università di Genova), Petrarca nel Novecento. Il caso di Giovanni Giudici

17. Discussione