Descrizione

I laureati nel corso di laurea magistrale in Lingue, letterature e filologie euroamericane:

  • possiederanno un’ottima padronanza, sia scritta che orale, di una o due lingue straniere europee e quindi una sicura competenza nella/e relativa/e letteratura/e, ovvero nelle letterature sviluppatesi entro l’orizzonte della/e lingua/e scelta/e;
  • possiederanno i fondamenti della conoscenza teorica del linguaggio, anche in relazione alle problematiche dello studio e della didattica delle lingue straniere;
  • avranno acquisito conoscenza avanzata della storia letteraria e culturale europea e specifiche competenze nell’ambito di almeno una civiltà letteraria europea o extraeuropea;
  • alla piena padronanza degli strumenti teorici e delle metodologie specifiche per l’analisi del testo letterario uniranno sicure competenze filologiche e teorico-comparatistiche;
  • saranno inoltre capaci di utilizzare i fondamentali strumenti informatici negli ambiti di competenza.

Il corso è progettato per consentire agli studenti di approfondire metodologicamente la competenza in una o due letterature straniere europee e nelle relative lingue, ovvero negli strumenti teorici e nella prospettive della comparazione letteraria.

 

Questo Corso di Studi NON prevede alcuna forma di tirocinio o affini.

 

Curricula

A tal fine il corso si articola in due curricula:

  1. critico-letterario (articolato nei due percorsi, monolingue e bilingue);
  2. teorico-comparatistico.

Curriculum critico-letterario

Nell’ambito del curriculum critico-letterario lo studente potrà scegliere un percorso monolingue all’interno del quale approfondire lo studio di una lingua europea e della relativa letteratura, con attenzione all’interpretazione del fatto letterario e con possibilità di affiancare a quest’ultima le culture letterarie sviluppatesi, in ambiti geografici extraeuropei, entro l’orizzonte della lingua scelta e con attenzione agli aspetti teorico-metodologici e comunicativi. All’interno del percorso bilingue lo studente approfondirà lo studio di due lingue europee e delle relative letterature oppure delle letterature sviluppatesi, in ambiti geografici extraeuropei, entro l’orizzonte delle lingue scelte, con attenzione agli aspetti teorico-metodologici e comunicativi.

Curriculum teorico-comparatistico

Nell’ambito del curriculum teorico-comparatistico si ambisce a valorizzare il carattere di profonda unità della cultura linguistica e letteraria in Europa attraverso l’ininterrotta circolazione trans-nazionale di elementi tematici, formali e retorici, che potrebbe mettere in questione la nozione di letteratura nazionale integrandola a contesti più ampi. Si cureranno particolarmente la formazione filologica e le competenze teorico-metodologiche volte all’interpretazione storica, semiotica ed estetica del fatto letterario.