Accesso al corso 

Modalità di accesso

AMMISSIONE AL CDS (primo anno) a.a. 2021-22

Il bando sarà aperto a LUGLIO 2021. Le informazioni su come partecipare al bando saranno disponibili sul portale Matricolandosi

REGOLAMENTO DI AMMISSIONE 2021-22

Per essere ammessi al corso di laurea, che si configura come CdS a numero programmato, per l’a.a. 2021-22 è necessario superare un concorso che, a seconda della situazione epidemiologica, potrà prevedere un Test in presenza (MODALITÀ 1) oppure una Graduatoria di merito (MODALITÀ 2). A seconda delle modalità, cambierà anche il sistema di individuazione degli studenti che dovranno assolvere gli OFA (Obblighi formativi aggiuntivi).

Gli OFA consistono in un corso con valutazione finale organizzato, su piattaforma Microsoft Teams o in presenza, ad inizio anno accademico, garantendo anche altre occasioni di assolvimento durante il primo anno di corso (in presenza se le condizioni lo permetteranno, o in modalità online). Lo studente dovrà partecipare al corso per almeno l’80% delle ore totali e superare il Test finale.

Lo studente che non assolve gli OFA entro l’a.a. 21-22, oltre a non poter sostenere esami del 2º e 3º anno nell’a. a. 21-22, nell’a.a. 22-23 non potrà sostenere nessun esame.

Maggiori informazioni sulla tipologia di concorso (modalità 1 o modalità 2) verranno fornite più a ridosso della data dell’apertura del bando

Per l’a.a. 2021-22 il numero di posti ordinari messi a bando sarà di 430 mantenendosi inalterato il numero riservato a cittadini richiedenti visto (20) e ad aderenti al progetto Marco Polo (5).

I candidati non italiani, appartenenti alla UE o non comunitari equiparati, richiedenti visto, con titolo di studio conseguito all’estero, e i candidati aderenti al progetto Marco Polo, dovranno essere in possesso di certificazione di livello B2 di conoscenza della lingua italiana non antecedente ai tre anni; nella fattispecie: CILS due; CELI 3; PLIDA B2. La certificazione di conoscenza della lingua italiana dovrà essere consegnata al momento dell’immatricolazione.

 

MODALITÀ 1

1.1. Test in presenza

Qualora le condizioni epidemiologiche lo permettano, e le autorizzazioni siano concesse in tempo utile per avviare le procedure organizzative, verrà svolto un test di accesso in presenza, a risposta multipla.

La prova è unica durante l’anno, e consiste in un test composto da 50 quesiti a risposta multipla che mirano alla verifica delle conoscenze grammaticali, sintattiche e testuali della lingua italiana, nonché della capacità di comprendere testi in lingua italiana, tenuto conto dei programmi ministeriali per le scuole superiori.

Potranno immatricolarsi al Corso coloro che, in relazione ai posti disponibili, avranno conseguito un punteggio superiore a 16 punti.

In caso di parità di punteggio totale, prevale il/la candidato/a che ha conseguito il maggior punteggio nella sezione di conoscenza della lingua italiana; e, in secondo ordine, il/la candidato/a anagraficamente più giovane.

1.2 OFA

I candidati che, pur risultando vincitori, avranno conseguito un punteggio tra 16 e 22 punti sono tenuti a frequentare gli Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA).

 

MODALITÀ 2

2.1 Graduatoria di merito

Qualora non si potesse svolgere il Test di ingresso in presenza, la graduatoria sarà formata a partire dalla somma dei seguenti punteggi:

  1. a) voto finale dell’Esame di stato 2021 (il 100 e lode verrà calcolato come 103)
  2. b) voto ottenuto nella disciplina di Italiano (o, nel caso di candidati UE, della lingua/cultura del paese europeo che ha rilasciato il titolo) nell’a.s. 2021-22 per l’ammissione all’esame di stato
  3. c) voto ottenuto nella disciplina lingua straniera nell’a.s. 2021-22 per l’ammissione all’esame di stato (nel caso di percorsi formativi con più di una lingua straniera, il candidato è libero di scegliere quale voto indicare).

Non potrà essere collocato in graduatoria chi non ha conseguito un minimo di 74 punti.

Il voto finale dell’esame di stato, e i voti nelle singole discipline dovranno essere autocertificati. In caso di dichiarazioni menzognere, si incorre nelle sanzioni previste dalla normativa in materia.

In casi di ex-aequo, precede in graduatoria chi ha presentato domanda di ammissione per primo.

Nel caso in cui il voto dell’Esame di stato non sia espresso in centesimi, verrà attuata una conversione.

Gli studenti UE e Marco Polo saranno inseriti in una graduatoria a se stante. Se le domande superano i posti disponibili, saranno organizzati colloqui orali a distanza.

2.2 OFA

Gli studenti vincitori di concorso dovranno essere in possesso del certificato di superamento del test TOLC-SU. Il Test potrà essere sostenuto in una qualsiasi sessione dell’anno 2021, anche in una Università diversa dall’ateneo di Pisa. Il Test consiste di 50 domande suddivise in tre sezioni: Comprensione del testo e conoscenza della lingua italiana (30 domande), Conoscenze e competenze acquisite durante gli studi (10 domande), Logica (10 domande).

Per la determinazione degli studenti vincitori di concorso che dovranno assolvere gli OFA (Obblighi Formativi Aggiuntivi) si terrà conto del punteggio ottenuto nella sezione Comprensione del testo e conoscenza della lingua italiana.

Gli studenti che raggiungono un punteggio uguale o superiore a 18/30 potranno immatricolarsi senza altri obblighi; coloro che abbiano conseguito un punteggio inferiore dovranno assolvere agli OFA (Obblighi Formativi Aggiuntivi).