Didattica 

Piani di studio

Il corso di studi ha due curricula:

  1. Curriculum critico-letterario (con due percorsi, monolingue e bilingue)
  2. Curriculum teorico-comparatistico

Il piano di studi personale serve a ratificare le opzioni effettuate e, a tal fine, va compilato il modulo predisposto:

Curriculum critico-letterario

Percorso bilingue

Piano di studi

Percorso monolingue

Piano di studi per iscritti dal 2017
Piano di studi per iscritti nel 2015 e 2016

 

Quando e dove consegnarlo?
La consegna dei piani di studio è prevista nel mese di marzo di ciascun anno accademico presso la portineria di Palazzo Matteucci utilizzando l’apposito contenitore messo a disposizione per tutto l’orario di apertura del Dipartimento.

Qualora non sia stata rispettata la finestra temporale di presentazione, gli studenti dovranno attendere il mese di marzo dell’anno accademico successivo. Esclusivamente nel caso in cui uno studente sia in procinto di laurearsi e non abbia consegnato il piano di studi in marzo, ovvero debba notificare delle variazioni occorse nel frattempo, potrà inviarlo in altri periodi a Sara Marchini, avendo cura di segnalare sul frontespizio del modulo “Laureando”.

Come compilarlo?
Il piano di studi deve contemplare entrambi gli anni di corso.
Quando compilarlo?
È necessario compilare il piano di studi al primo anno di corso. Il piano di studi deve essere presentato anche da coloro i quali fossero in attesa di formale ammissione e avessero ancora la propria domanda inevasa sul portale delle ammissioni o, già iscritti ai corsi singoli di transizione/recupero, sia che non abbiano alcun debito da assolvere, sia che debbano ancora sostenere gli esami ascritti a recupero.
Quante volte compilarlo?
Il piano di studi deve essere compilato una sola volta nell’arco del percorso. Se non intervengono modifiche sarà valido sino al conseguimento del titolo.
Quando ricompilarlo?
È necessario ricompilare il piano di studi solo qualora vengano apportate delle modifiche nelle scelte relative agli esami da sostenere. Qualora la modifica abbia luogo in un periodo dell’anno diverso da quello fissato per la presentazione del piano di studi aggiornato (marzo), lo studente potrà comunque sostenere il “nuovo esame”, a patto che tale attività formativa rientri tra le scelte possibili del proprio percorso. Nel mese di marzo immediatamente successivo si presenterà il piano di studi corretto anche se l’esame sarà già stato sostenuto. Se si tratta di esami a scelta libera si consiglia di chiedere via email l’autorizzazione all’Unità didattica, specificando la denominazione esatta della materia, il settore scientifico disciplinare e il nominativo del docente.
Come visionarlo?
Il piano di studi presentato può essere ricontrollato successivamente dallo studente, previo invio di un’email di richiesta a Sara Marchini in cui si specifichi il nominativo, la matricola e il percorso di appartenenza. Non appena il modulo sarà disponibile, lo studente riceverà un’email di invito a recarsi presso l’Unità didattica durante gli orari di ricevimento per prenderne visione.

 


Crediti a scelta libera

Gli studenti possono coprire i crediti liberi previsti dal proprio piano di studi con qualsiasi insegnamento offerto dai corsi di studio dell’Ateneo di Pisa che abbia un voto in trentesimi (e non una semplice idoneità) e sia coerente con il percorso formativo. Non sono reiterabili esami già sostenuti (nel triennio o nell’ambito dello stesso percorso di livello II). I crediti liberi sono parcellizzabili e, quindi, possono essere coperti con uno o più esami. Nel caso la somma dei cfu degli esami utilizzati a copertura dei crediti liberi, superi il numero massimo previsti dal proprio ordinamento, i cfu in surplus verranno considerati sovrannumerari (quindi non computabili come validi ai fini del conseguimento del titolo), ma saranno comunque correttamente caricati in carriera.