Erasmus Plus


    Lo scambio internazionale, in particolare europeo, che ha da sempre caratterizzato gli studi umanistici, può contare oggi su una fitta rete di relazioni, favorite ultimamente anche dalle novità del progetto Erasmus Plus. Nel progetto, inaugurato dall’UE il 1 gennaio 2014, confluiscono i vecchi programmi Erasmus, Leonardo da Vinci, Comenius, Grundtivig, Gioventù in Azione, nonché i programmi di cooperazione internazionale al di fuori dell’Europa (Erasmus Mundus, Tempus, Alfa, Edulink).

    Il Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica aderisce con il massimo impegno al progetto Erasmus Plus e al processo di internazionalizzazione dell’Ateneo di Pisa, considerando la mobilità studentesca e del corpo docente un contributo fondamentale alla formazione linguistica e culturale dei propri studenti, alla ricerca nell’ambito specifico dei settori filologici, letterari e linguistici, quindi alla didattica che, tramite la conoscenza di prassi differenti, trae stimoli importanti per un suo costante rinnovamento. Allo stesso modo, la mobilità di studenti e

    del Dipartimento permette di condividere con altri le competenze maturate all’interno dell’attività dipartimentale, contribuendo attivamente alla ricerca scientifica internazionale e alla formazione di una coscienza aperta alla diversità culturale, europea e mondiale.

    LOGO ERASMUS +

    LE NOVITA’ DEL PROGETTO ERASMUS PLUS

    A differenza dei programmi precedenti, Erasmus Plus (2014-2020) offre la possibilità allo studente di reiterare la permanenza all’estero. Per ogni singolo ciclo di studio (laurea triennale, magistrale, dottorato) lo studente può infatti ottenere una borsa per un periodo che va da un minimo di 3 a un massimo di 12 mesi, tirocinio incluso. Per accedere a una borsa, è necessario essere iscritti almeno al secondo anno di università. Questa regola non vale invece per il tirocinio. Per il tirocinio all’estero possono inoltre fare domanda laureandi: la domanda deve essere presentata durante l’ultimo anno di studio e il periodo di tirocinio deve concludersi entro un anno dalla data del conseguimento della laurea.

    Lo studente ha la possibilità di usufruire delle strutture disponibili presso l’Istituto ospitante senza ulteriori tasse di iscrizione, con la garanzia del riconoscimento del periodo di studio all’estero tramite il trasferimento dei rispettivi crediti con il supporto del sistema ECTS .

    Per scaricare la guida in italiano al programma, scarica il

    .

    Per una presentazione più dettagliata, si rimanda ai siti dedicati www.erasmusplus.it , www.programmallp.it